A Parma il VI Incontro di Primavera ANDI e il II Congresso Regionale Emilia Romagna della SILO

AndiInforma-Ce_228x148_ER1Si è tenuto il 2 Aprile a Parma l’evento congiunto tra il VI Incontro di Primavera ANDI e il II Congresso Regionale Emilia Romagna della SILO (Società Italiana di Laser in Odontostomatologia) dal titolo “L’uso del laser nella pratica clinica quotidiana”.

Paolo Dall’Aglio, Segretario Culturale, e Angelo di Mola, Presidente Regionale Emilia Romagna ANDI con il Prof. Paolo Vescovi, Presidente Nazionale della SILO, hanno organizzato presso lo Star Hotel Du Parc l’ importante evento scientifico che ha riscosso un fortissimo successo raggiungendo quasi i duecento partecipanti.

Il Prof. Paolo Vescovi, Presidente dell’EMDOLA (European Master Degree in Oral Laser Applications), dirige il Reparto di Patologia e Chirurgia Orale Laser operativo presso il Centro di Odontoiatria dell’Università di Parma (diretto dal Prof Mauro Bonanini), e si occupa da anni di ricerca e didattica nel campo del laser e delle nuove tecnologie in patologia e chirurgia odontostomatologica, unitamente alla sua equipe formata dai prof. Maddalena Manfredi e Marco Meleti e dai dottori Giovanni Mergoni, Amin Sarraj, Ilaria Giovannacci, Maura Mureddu e Giovanna Giunta.

L’evento scientifico ha visto coinvolti come relatori i maggiori specialisti in questo settore provenienti da diverse Scuole italiane riuniti nell’ obiettivo di fornire a tutti i dentisti le più aggiornate conoscenze sull’utilizzo di queste apparecchiature nei diversi settori dell’Odontostomatologia, dalla chirurgia orale alla parodontologia, dall’odontoiatria conservativa all’endodonzia, dall’estetica periorale alla biostimolazione .

Gli studi inerenti l’interazione tra la luce laser e i differenti tessuti umani sono assolutamente affascinanti e l’evoluzione tecnologica ci ha portati ad apparecchiature sempre più sofisticate con effettivi enormi vantaggi per il paziente e per l’operatore. La possibilità di intervenire sui denti per terapie restaurative riducendo o eliminando totalmente l’anestesia è oggi una realtà con certe lunghezze d’onda laser. Alcune apparecchiature consentono trattamenti chirurgici di varia entità sulle mucose orali con un emostasi perfetta senza necessità di sutura. Le capacità biomodulanti di quasi tutti i laser portano ad una riduzione dei disagi post-operatori e rappresentano un importante ausilio nelle patologie dolorose, favoriscono la guarigione di ulcere orali quali le afte ed accelerano la riparazione delle ferite chirurgiche senza alcun effetto collaterale sfruttando anche le capacità antibatteriche proprie di queste apparecchiature. Alcuni tipi di laser risultano decisamente peculiari nello sbiancamento dentale, nel resurfacing cutaneo e nella gestione di inestetismi labiali e periorali di origine vascolare o pigmentaria.

La presentazione della giornata è stata affidata ad Angelo Di Mola, Paolo Vescovi, Mauro Bonanini e Umberto Romeo (Presidente della divisione Europea della World Federation for Laser in Dentistry). AndiInforma-Ce_228x148_ER2

Il corso è iniziato con il Dott. Ercole Romagnoli, che ha fornito le basi biofisiche dell’utilizzo di questa tecnologia e gli effetti della luce laser sui tessuti umani, e con il dott. Gianfranco Semez che ha illustrato le applicazioni del laser in odontoiatria conservativa e i vantaggi nell’adesione dei materiali resinosi. Il dott. Gaspare Palaia ha poi esposto come in endodonzia il laser a diodi o neodimio possono potenziare l’effetto antibatterico degli irriganti e come queste lunghezze d’onda, o ancor più i laser ad erbio, sono in grado di aumentare l’effetto reologico dei liquidi e migliorare la detersione canalare. La dottoressa Marisa Roncati e il dott. Sergio Salina hanno affrontato l’impiego del laser nella terapia etiologica delle parodontopatie ed il suo ruolo nella gestione chirurgica e non chirurgica delle perimplantiti e nella chirurgia parodontale. Il dott. Aldo Oppici, responsabile regionale Emilia Romagna della SILO, ha condiviso la sua vasta esperienza nella gestione del paziente a rischio emorragico e nelle varie condizioni di handicap fisico e mentale. Il laser rappresenta un utilissimo strumento in questo settore così delicato per le sue proprietà decontaminanti e biostimolanti. Il dott. Giuseppe Lagori ha effettuato un excursus sull’azione delle differenti lunghezze d’onda sui pigmenti presenti in superficie e in profondità dei denti e sul loro impiego nel dental bleaching. Paolo Vescovi ha affrontato i vantaggi del laser nella chirurgia dei tessuti mucosi ed ossei del cavo orale. La fotocoagulazione ottenibile con laser a diodi, KTP e neodimio ha drasticamente variato l’approccio terapeutico delle lesioni vascolari delle mucose orali e della cute periorale. La biostimolazione e l’impiego del laser ad erbio nella chirurgia dei terzi molari o delle osteonecrosi farmacorelate e radioindotte, inducono effetti incomparabili rispetto alle tecniche tradizionali. I professori dell’Università di Roma Umberto Romeo, Roly Kornblit (Presidente Eletto SILO) e Alessandro del Vecchio, Angelo Di Mola, Alberto Casali e Paolo Dall’Aglio hanno moderato le relazioni e condotto la discussione.

Il convegno si è concluso alle 17.30 trattenendo tutti i partecipanti fino al termine dell’intensa giornata, questo a testimoniare che il laser è diventato uno strumento importante, e per certi versi insostituibile, nell’attività odontoiatrica. La SILO è la società scientifica che ha come obiettivo di effettuare la divulgazione delle conoscenze necessarie ad un corretto impiego del laser per formare professionisti scrupolosi e competenti. La collaborazione con ANDI, la principale associazione professionale di categoria, ha permesso la realizzazione di questa utile e apprezzata iniziativa culturale. Il professionista che si avvicina in maniera scientifica e metodica alla conoscenza della tecnologia laser non potrà che apprezzarne i vantaggi ed estenderne l’utilizzo nella pratica clinica quotidiana.

A lato dell’evento si è svolta anche la tradizionale sessione per le Assistenti di studio, “Il ruolo dell’assistente nel rapporto con i pazienti”, che ha visto come relatori il Dott. Marco Magi (“La fragilità in odontoiatria”) e il Dott. Gerardo Ghetti (“L’Odiosa burocrazia da affrontare quotidianamente”).

AndiInforma-Ce_228x148_ER3 AndiInforma-Ce_228x148_ER3-

 

Il Segretario Culturale ANDI Emilia Romagna
Paolo Dall’Aglio

Pubblicato il 6 aprile 2016

Newsletter del 06.04.2016

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci