ANDI alla Bocconi di Milano per spiegare la professione di dentista e le criticità del sistema

sda-bocconi_228i

ANDI protagonista al WorkShop organizzato dall’Università Bocconi dal titolo Globalizzazione dei CSP e internazionalizzazione delle aziende di servizi e prodotti per la salute organizzato martedì 6 ottobre a Milano.

Scopo dell’evento quello di capire come la globalizzazione possa influire sulla domanda ed offerta in tema di sanità nel nostro Paese.

Grazie alla relazione del Coordinatore del Servizio Studi ANDI Roberto Callioni, l’Associazione ha portato  la fotografia dell’odontoiatria italiana.

Vista la presenza all’evento di molte realtà istituzionali e grosse strutture sanitarie attive in vari ambiti della medicina, la mia relazione oltre a presentare i dati della nostra professione ha cercato di portare la specificità delle professioni mediche esercitate da liberi professionisti che, rispetto all’argomento dell’evento (l’influenza dovuta alla internazionalizzazione del mercato), sono state condizionate più da aspetti negativi che positivi”.

I dati portati dal Coordinatore del SS ANDI nonché Vicepresidente di Confprofessioni sono quelli che conosciamo: una professione ancora molto individualista, penalizzata dal calo di accessi alle cure e dalla pletora dovuta non solo dall’alto numero di corsi di laurea italiana ma dalla libera circolazione degli studenti sul territorio europeo che ha portato molti italiani a studiare all’estero per poi ritornare ad esercitare in Patria.

Tra i fattori che stanno condizionando il mercato – ha continuato Callioni – sicuramente l’avvento delle cliniche odontoiatriche ed in particolare di quelle organizzate in Franchising, Low-Cost e Low Price. Strutture che stanno modificando il rapporto dentista-paziente minacciando l’attuale modello di assistenza odontoiatrica privata basata sullo studio monoprofessionale che tanto bene ha fatto per tutelare la salute orale degli italiani”.

Fare rete e puntare sul servizio e la qualità sono gli strumenti che secondo il Dott. Callioni, possono permettere di contrastare la “deriva commerciale”, che l’odontoiatria sta prendendo.

A differenza di altre branche della medicina – ha continuato – la libera circolazione dei pazienti nella UE difficilmente porterà giovamenti al settore. Che si rivolge all’estero per le cure odontoiatriche lo fa prevalentemente per le tariffe basse grazie ad una fiscalità diversa da quella italiana. Salvo qualche isolata eccellenza, non si assiste ad un turismo odontoiatrico verso l’Italia nonostante le tante nostre attrattive turistiche. Servirebbe una rete di studi di eccellenza strutturati con piattaforme collegate al turismo internazionale ed ad un sistema di promozione del Made in Italy che oggi latita non solo nel settore salute”.

Per Callioni servirebbe un programma nazionale ma anche regionale di promozione della qualità italiana sia in odontoiatria che per la sanità in generale.

Pubblicato il 13 ottobre 2015

Newsletter del 14.10.2015

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci