ANDI al centro della professione presente e futura

1_Editoriale_foto_prada_228

Cari Colleghi
è appena trascorso un periodo di importanti appuntamenti ed intensa attività.
Voglio sinteticamente ricordare gli ultimi impegni vissuti dalla nostra Associazione, le decisioni ed i progetti futuri.
In primo luogo ricordo la delibera assunta dall’Esecutivo Nazionale per difendere il nostro spazio professionale in merito alla tematica dell’apertura di studi autonomi di Igiene orale: dopo la vittoria di ANDI contro le tesi degli Igienisti al TAR Emilia Romagna, recentemente è stato proposto ricorso al Consiglio di Stato da parte degli sconfitti, la nostra Associazione si costituirà anche in quella sede per sostenere la tesi che gli Igienisti devono lavorare in collaborazione e su indicazione del medico odontoiatra e non in Studi autonomi di Igiene orale.
Nelle scorse settimane l’attività lobbistica e politica ci ha portato ad avere una fondamentale audizione presso la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati per chiedere la rapida approvazione del Disegno di legge Marinello contro l’abusivismo, approvato all’unanimità dal Senato lo scorso anno e fermo da mesi alla Camera, necessità ancora più cogente vista la possibile "depenalizzazione" del reato dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di non punibilità per particolare tenuità del fatto, a norma dell’articolo 1, comma 1, lettera m) della legge 28 aprile 2014, n. 67.
Lo scorso 11 marzo abbiamo incontrato il Sottosegretario al Ministero dell’Economia On.le Zanetti per proporre una soluzione concreta al nuovo obbligo di trasmettere le nostre parcelle all’Agenzia delle Entrate attraverso il Sistema Tessera Sanitaria per consentire di predisporre i 730 precompilati, contenenti anche le spese mediche sostenute.
Ma è stata soprattutto la scorsa settimana che ci ha visti protagonisti con l’organizzazione presso il Ministero della Salute dell’evento dedicato alla Giornata Mondiale della Salute Orale, con la partecipazione di tutti gli attori della professione (Ministero, CAO Nazionale, Università, Specialisti Ambulatoriali, One Health, …) che hanno presentato i progetti presenti e futuri in merito alle tematiche della prevenzione, dell’alimentazione e dei corretti stili di vita, rivendicando in pieno il ruolo medico della nostra professione.
L’impegno preso nell’occasione dal Ministro della Salute On.le Beatrice Lorenzin di avviare un’indagine epidemiologica per valutare finalmente con dati aggiornati e certi la salute orale delle diverse fasce di popolazione consentirà di dare un nostro diretto contributo al progetto ma soprattutto di poter orientare le future necessità e impostazioni della nostra professione.
Costante è poi l’azione associativa per i giovani: venerdì scorso ho sottoscritto un Accordo con Italia Lavoro (un’Agenzia del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) per favorire, attraverso contributi derivanti dai Fondi europei, l’accesso degli studenti del sesto anno del Corso di Laurea in Odontoiatria e dei Neolaureati negli studi dei Soci ANDI, col duplice vantaggio di far conoscere ai giovani l’importanza di mantenere il modello libero-professionale per le cure odontoiatriche e di non essere fagocitati da strutture commerciali e centri low-cost e di favorire un patto intergenerazionale utile anche a chi nei prossimi anni abbandonerà la professione.
Il weekend ha visto anche lo svolgersi delle elezioni per il rinnovo della CAO Nazionale e voglio qui complimentarmi per l’elezione della squadra composta dai Dott. Renzo, Iandolo, Zovi, Sanvenero e Pollifrone, frutto di un clima di collaborazione e sostegno tra ANDI e CAO, che tanti buoni risultati ha dato e dovrà dare in termini di risposta a sfide e situazioni professionali sempre più difficili.
A tal proposito voglio fare un accenno all’importante tematica della condanna inflitta alla FNOMCeO  da parte dell’Antitrust per gli articoli del Codice Deontologico che limiterebbero la pubblicità sanitaria, frutto della deriva verso la totale "commercializzazione" della professione iniziata con la Legge Bersani e proseguita con costanti prese di posizione da parte decisori politici bipartisan che vogliono sempre più negare il valore dei professionisti e dell’etica e deontologia professionale.
ANDI sosterrà la battaglia sino a giungere davanti alla Corte di Giustizia Europea per riconoscere la valenza e le specificità dell’attività dei professionisti che, soprattutto nel campo della salute, non possono assolutamente essere parificati e "obbligati" ad usare le regole di una qualsiasi attività commerciale o produttiva.
Per concludere, anche se tante altre sono le progettualità che stiamo seguendo, voglio preannunciarvi il prossimo "reclutamento" per i progetti della nostra Associazione legati ad Expo 2015: mancano poche settimane a questo appuntamento mondiale ed ANDI sarà presente con molte iniziative che vi vedranno direttamente coinvolti.
ANDI come sempre c’è!

Il Presidente Nazionale

firmaPrada

Pubblicato il 24 marzo 2015

Newsletter del 25.03.2015

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci