LE TANTE DIFFICOLTA’ DI QUESTI MOMENTI

Cari Colleghi,
la situazione lavorativa di questo nuovo anno si sta presentando più difficile del previsto.
Percepisco da tanti contatti e da dirette comunicazioni come il lavoro nei nostri studi sia ridotto e i pazienti siano sempre meno disponibili ad investire risorse nella cura della propria salute orale.
Non dobbiamo lasciarci scoraggiare, anche se la situazione generale del Paese, sia economica che politica, al momento non ci prospetta nel breve novità positive.
Siamo però fiduciosi che coloro che hanno saputo costruire coi propri pazienti un rapporto corretto, onesto ed eticamente strutturato saranno sempre il punto di riferimento per le loro cure odontoiatriche, indipendentemente da difficoltà economiche e specchietti per le allodole costituiti da low-cost e strutture commerciali.
A tal proposito leggete anche l’articolo dedicato al recente caso accaduto a Rimini.
Quindi raccomando a tutti fiducia nel futuro e impegno quotidiano costante per la professione.
Impegno che stiamo anche come ANDI manifestando ai massimi livelli e su più fronti, nonostante il quadro generale negativo.
Vi informo in primo luogo che l’Esecutivo Nazionale ha deliberato di attivare un’indagine presso l’Autorità Garante della Concorrenza rispetto alle turbative al mercato odontoiatrico determinate dai Fondi Sanitari Integrativi, a scapito dei liberi professionisti (saremo più precisi prossimamente).
Stiamo organizzando una trasferta a Bruxelles, insieme alla CAO Nazionale, per sensibilizzare il Parlamento Europeo rispetto alla questione del numero programmato per l’accesso ai Corsi di Laurea di Odontoiatria, che dovranno necessariamente essere definiti a quel livello.
In Italia lo scandaloso modo di organizzare e gestire la prova di accesso dello scorso anno ha portato all’aumento del numero di posti di odontoiatria per il 2012/13 a 1272 e i numerosi ricorsi al TAR, con vittoria da parte degli studenti ricorrenti, sta facendo completamente saltare il sistema.
Da tener presente che gli Iscritti all’Albo Odontoiatri al 31.12.2013 erano ben 59.324 (contro i 58.850 dell’anno precedente) e quindi in numero ben maggiore rispetto alle necessità della popolazione italiana.
Il Ministro dell’Università Carrozza ha ridotto, con il decreto pubblicato la scorsa settimana, il numero di posti disponibili per quest’anno 2013/14 a 787, ma è come “chiudere la stalla quando i buoi sono scappati”.
Si è ricostituito la scorsa settimana presso il Ministero della Salute il cosiddetto “Tavolo Tecnico dell’Odontoiatria”, al quale partecipo a nome di ANDI, ma fin dall’inizio è emerso il fatto che non ci sono risorse per i tanti progetti proposti, che potrebbero dare realmente una mano alla professione, in questi momenti difficili.
Dato positivo degli scorsi giorni l’assegnazione alla discussione presso l’aula del Senato del Progetto di legge contro l’abusivismo, ci impegneremo perché sia votato al più presto e per ora mi limito a dire: “speriamo sia la volta buona” .
Importante non perdere la speranza nel futuro e ricordarsi che ANDI c’è ed è sempre al nostro fianco, grazie al sostegno di tutti noi.

Un cordiale saluto
Gianfranco Prada
Presidente Nazionale ANDI
Caricamento in corso ...

Data: 12/02/2014

Servizi Online

 

Per i Soci

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro

Presidenza

La battaglia è sempre più dura ma certamente non ci arrendiamo

News Culturali

Aggiornamento continuo in odontoiatria tramite lettura ragionata della letteratura scientifica

Presidenza

ANDI, istanza al Ministero dell’Economia. Per noi la norma sul 730 precompilato non si applica ai non convenzionati con il SSN
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci