ANDI scrive al Presidente Epifani sul DdL Concorrenza. E’ necessario modificare il comma 154 per evitare pericolosi dubbi interpretativi

ddl-sanitaIn vista della ripresa della discussione del DdL Concorrenza, giunto in Commissione Attività Produttive Commercio e Turismo alla Camera dopo essere stato approvato dal Senato, ieri 13 giugno scadevano i termini per la presentazione degli emendamenti, il Presidente della Commissione l’On. Ettore Guglielmo Epifani ha scritto ad ANDI chiedendo di inviare in forma scritta le considerazioni sul testo del DdL.

Nella nota di risposta trasmessa, il Presidente Nazionale Gianfranco Prada ricorda come il comma 154 del DdL in discussione prevede che “L’esercizio dell’attività odontoiatrica è consentito esclusivamente a soggetti in possesso dei titoli abilitanti di cui alla legge 24 luglio 1985, n. 409, ovvero a società operanti nel settore odontoiatrico in cui il direttore sanitario sia iscritto all’albo degli odontoiatri”.

Una formulazione che ANDI ritiene “inaccettabile” in quanto, motiva il Presidente Prada, “potrebbe consentire l’esercizio dell’odontoiatria a soggetti che non hanno i requisiti di legge. Ricordiamo infatti che la Legge 24.07.1985 n. 409, che istituisce la professione di odontoiatra, ha individuato i soggetti legittimati all’esercizio della professione, secondo le regole riferibili all’esercizio delle professioni intellettuali protette. La legge 12 novembre 2011 n° 183, ha poi introdotto e dichiarato ammissibile l’esercizio societario delle attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, istituendo nell’ordinamento la  società tra professionisti (STP), con la necessaria iscrizione ad una speciale sezione dell’Albo tenuto dall’ordine professionale”.

ANDI ricorda al Presidente Epifani come l’ingresso di altre società, di tipo commerciale, che hanno lo scopo di svolgere direttamente l’attività professionale odontoiatrica, è quindi del tutto illegittimo ed anticostituzionale violando gli articoli 3,32 e 33.

Lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico, ricorda il Presidente Prada, con parere del 23.12.2016, ha chiarito che l’attività professionale odontoiatrica, quale attività protetta, può costituire oggetto esclusivo delle società tra professionisti (istituite ai sensi dell’art. 10, commi 3/11, della L. 11.11.2011, n. 183 e del decreto del Ministero della Giustizia del  8.02.2013, n. 34).

Con il testo approvato al Senato si creerebbe inoltre una inaccettabile discriminazione di una singola professione protetta (quella odontoiatrica) rispetto alle altre professioni regolamentate anche da questo DdL ed un ingiustificato effetto concorrenziale distorsivo per i differenti trattamenti fiscali e previdenziali previsti per professionisti e società non STP. Non a caso, ricorda il presidente Prada nello stesso Ddl è presente una norma che prevede per gli avvocati la possibilità di esercizio societario esclusivamente tramite STP.

Per quanto esposto, ANDI chiede al Presidente Epifani che al comma 154 del DdL C3012-B le società operanti nel settore odontoiatrico possano essere esclusivamente le STP.

Questo l’articolo con la proposta di modifica di ANDI:

Comma 154. “L’esercizio dell’attività odontoiatrica è consentito esclusivamente a soggetti in possesso dei titoli abilitanti di cui alla legge 24 luglio 1985, n. 409, ovvero a Società tra Professionisti operanti nel settore odontoiatrico, in cui il direttore sanitario sia iscritto all’albo degli odontoiatri”.

Pubblicato il 14 giugno 2017

Newsletter del 14.06.2017

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci