DDL Lavoro Autonomo. Un passo avanti verso il riconoscimento del ruolo dei professionisti

parlamento-italianoCon una larga maggioranza la scorsa settimana l’Aula del Senato ha approvato in prima lettura il disegno di legge sul lavoro autonomo. L’obiettivo del provvedimento, che passerà ora all’esame della Camera, è quello di creare una serie di tutele a favore di tutti i liberi professionisti tra cui quelli operanti nel settore sanitario.

Per il mondo odontoiatrico, infatti, sono molto importanti gli articoli riguardanti la deducibilità delle spese sostenute per l’aggiornamento professionale, la possibilità di detrarre il costo della polizza assicurativa contro i mancati pagamenti, le tutele in tema di welfare, le norme sulle tutela del lavoratore autonomo nelle transazioni commerciali e la delega che viene data al Governo in materia di semplificazione della normativa sulla salute e sicurezza degli studi professionali.

Ed è soprattutto sul primo tema che ANDI ha raccolto i frutti di un duro lavoro durato quasi 2 anni. Infatti è stato approvato l’articolo 8 che prevede la deducibilità integrale delle spese sostenute per l’iscrizione a master, convegni, congressi e a corsi di formazione e di aggiornamento professionale entro il limite di 10 mila euro annui. Una disposizione di buon senso che permetterà a tutti i dentisti di poter ampliare le proprie competenze, riducendo le spese a loro carico.

“E’ una battaglia che parte da lontano – ha dichiarato il Presidente Nazionale Gianfranco Pradainiziata addirittura nella legge di stabilità 2015. ANDI è stata il primo sindacato di categoria a promuovere con interventi legislativi questa misura e dopo un duro lavoro siamo riusciti a convincere la politica della bontà di questa disposizione. L’unica nota di disappunto è il fatto che non abbiano inserito anche la detraibilità totale anche delle spese per viaggio e soggiorno ma, in ogni caso, rimaniamo molto soddisfatti per questo risultato”.

Una legge che finalmente manifesta attenzione anche ai problemi che affliggono il mondo della libera professione motivo per il quale, secondo Gianfranco Prada, “è importante una rapida approvazione del disegno di legge per dare attuazione anche ad altre disposizioni che interessano il mondo odontoiatrico. Infatti saranno integralmente deducibili i premi per le polizze assicurative stipulate, in maniera facoltativa, per tutelarsi dai rischi connessi al mancato pagamento delle prestazioni professionali”.

I lavori parlamentari sulla proposta di legge riprenderanno fra poco alla Camera e, secondo fonti ufficiose, il testo dovrebbe essere approvato definitivamente nei primi mesi del 2017.

Pubblicato il 9 novembre 2016

Newsletter del 09.11.2016

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci