30 settembre importante scadenza per le società odontoiatriche

30 settembre importante scadenza per le società odontoiatriche
Condividi su:

È online la nuova area riservata per le società che operano nel settore odontoiatrico.

Entro il 30 settembre le strutture devono accedervi per dichiarare il fatturato del 2020 e versare il contributo dello 0,5 per cento alla Quota B del Fondo di previdenza generale.

Da quest’anno, infatti, il modulo cartaceo (il modello Dso) non è più valido e la dichiarazione degli introiti prodotti grazie a prestazioni odontoiatriche deve essere compilata online attraverso l’area apposita del sito dell’Enpam.

OBBLIGO DAL 2018

La chiamata, ribadita nei giorni scorsi da una campagna di informazione della Fondazione, è per migliaia di società attive nel settore odontoiatrico – comprese le strutture polispecialistiche – per le quali la legge di bilancio 2018 ha stabilito l’obbligo di versamento della contribuzione.

Un provvedimento preso al termine di una lunga battaglia perorata dall’Enpam, a beneficio delle posizioni previdenziali dei dentisti.

CHI DEVE DICHIARARE E NON VERSARE

Non sono, invece, tenute all’obbligo contributivo le società che non hanno i requisiti soggettivi previsti dalla norma. Come, ad esempio, le società tra professionisti che non hanno nominato il direttore sanitario, le società che non svolgono attività odontoiatrica o le società che non hanno prodotto fatturato.

In quest’ultimo caso, le società che nel 2020 non hanno prodotto fatturato imponibile presso la Quota B dell’Enpam devono dichiararlo nel modello online, esplicitandone la motivazione.

PER APPROFONDIRE

È possibile trovare qui, in forma estesa e completa, tutte le informazioni per iscriversi all’area riservata del sito dell’Enpam, per compilare la dichiarazione e provvedere al versamento.

Fonte: Enpam