A chi spetta e come richiedere il "Bonus una tantum" di 200 euro

A chi spetta e come richiedere il "Bonus una tantum" di 200 euro
Condividi su:

Con le novità introdotte nel testo del Decreto “Aiuti”, non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, viene introdotta una “indennità una tantum” da 200 euro.

La base della normativa è il Decreto Aiuti 2022 approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 maggio 2022 e
modificato in seconda battuta il 5 maggio u.s., una misura realizzata per sostenere il potere d’acquisto delle famiglie.

COS’È IL BONUS 200 EURO

Il bonus da 200 euro è un contributo “una tantum” previsto per pensionati, lavoratori dipendenti e autonomi, lavoratori domestici e stagionali, disoccupati e beneficiari del Reddito di Cittadinanza. La misura sarà erogata solo a chi nel 202 1 ha percepito un reddito al di sotto dei 35.000 euro.

A CHI SPETTA

Il bonus 200 euro nella versione approvata il 5 maggio, spetta alle seguenti categorie di
soggetti:

  • lavoratori dipendenti, compresi i lavoratori domestici e stagionali;
  • lavoratori autonomi e liberi professionisti;
  • pensionati;
  • percettori di Reddito di Cittadinanza;
  • disoccupati.

QUANDO VERRA’ EROGATO IL BONUS DA 200 EURO

Il bonus sarà erogato probabilmente:

  • in busta paga a giugno 2022 ai lavoratori dipendenti;
  • nell’assegno pensionistico di luglio 2022 per i pensionati. In particolare è specificato che hanno diritto anche i percettori di più assegni e, per coloro che hanno un reddito inferiore a 13.659,88 euro che già percepiscono la quattordicesima, i 200 euro sono aggiuntivi;
  • i lavoratori autonomi e professionisti (con partita IVA) riceveranno il bonus di 200 euro tramite una procedura dedicata che verrà definita da un decreto ministeriale che sarà emanato entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Aiuti.

COME RICHIEDERE IL BONUS 200 EURO

Il bonus dovrebbe essere erogato in automatico agli aventi diritto (dipendenti e pensionati). L’INPS erogherà il contributo a i domestici e percettori di Reddito di Cittadinanza, di NASPI o DIS- COLL. Non si sa se alcune di queste categorie dovranno presentare domanda per ottenere il beneficio. Non appena il Decreto Aiuti sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale si saprà la specifica procedura di richiesta o erogazione diretta del bonus 200 euro.