All'Aquila un Centro odontoiatrico per i diversamente abili

Alla cerimonia saranno presenti rappresentanti istituzionali di Comune, Provincia e Regione e dell’Ordine dei medici e odontoiatri, nonché le associazioni che curano gli interessi dei diversamente abili.

La struttura è stata attrezzata per eseguire terapie in condizioni di anestesia e sedazione con protossido d’azoto o con sedonanalgesia endovenosa. Sono presenti tutte le attrezzature per il monitoraggio dei parametri vitali e per l’assistenza anestesiologica. Si potranno avvalere di questo importante strumento anche i pazienti con disabilità di vario tipo o con patologie sistemiche tali da richiedere assistenza e monitoraggio anestesiologico.

Sarà attivata una collaborazione strategica con gli specialisti in anestesiologia del territorio aquilano e verranno organizzati appositi corsi di formazione e aggiornamento per i colleghi odontoiatri che vorranno utilizzare questo servizio, realizzato all’interno del Centro odontoiatrico ANDI che da diversi mesi ha consentito ai dentisti colpiti dal sisma di riprendere l’attività professionale e che è stato allestito grazie all’intervento dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani e coordinato dai dirigenti della sezione provinciale aquilana.

La fondazione ANDI sosterrà anche i costi di gestione dell’ambulatorio per facilitare ulteriormente l’accesso al servizio di sedo analgesia senza che questo gravi economicamente sui pazienti.

Condividi su: