Anche in Molise gli Odontoiatri entrano nella fascia prioritaria di vaccinazione

Anche in Molise gli Odontoiatri entrano nella fascia prioritaria di vaccinazione
Condividi su:

La lunga battaglia intrapresa dagli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri delle Province molisane e dal Dipartimento ANDI del Molise, ha finalmente portato all’accettazione dell’inserimento degli Odontoiatri liberi professionisti nella fascia vaccinale prioritaria.

Il Presidente ANDI Molise, Elio Gennarelli, con una lettera diretta al Governatore Donato Toma, al Commissario ad acta, Angelo Giustini, al Direttore Salute, Lolita Gallo e al Direttore Generale ASReM, Oreste Florenzano, aveva sollecitato il loro intervento per la modifica delle categorie comprese nella Fase 1 del piano vaccinale.

Erano inoltre pervenute ai vertici della sanità regionale anche le ripetute sollecitazioni da parte di OMCeO e CAO delle Province di Campobasso e Isernia, per voce dei rispettivi Presidenti, alle quali ha fatto seguito una esplicita richiesta del Governatore Toma, rivolta ai soggetti competenti, di ricomprensione dei liberi professionisti negli elenchi prioritari.

Nella giornata di mercoledì (13 gennaio Ndr) è infine giunta una nota scritta dalla struttura commissariale con il riscontro positivo e la richiesta di collaborazione agli Ordini della Regione nel voler predisporre elenchi per la raccolta di adesione alla vaccinazione da parte degli iscritti.

Le richieste potranno essere fatte dagli iscritti all’Albo di Campobasso  attraverso la compilazione del link presente sul sito OMCeO (Clicca QUI), che provvederà a trasmettere alla Regione Molise i dati forniti, al fine di consentire la presa in carico dei colleghi che hanno dato volontariamente la loro adesione.

Ho in programma nei prossimi giorni interlocuzioni per definire anche la vaccinazione del personale di studio – dichiara il Presidente ANDI Molise Gennarelli – che attualmente non è ancora compreso, ma che riteniamo sia altrettanto necessario vaccinare, dovendo lavorare a stretto contatto con l’Odontoiatra e i pazienti”.