Dal 1°luglio il limite pagamenti in contanti scende a 2.000 euro

Dal 1°luglio il limite pagamenti in contanti scende a 2.000 euro

Il nuovo limite di euro 2.000,00 per il pagamento in contanti, entrerà in vigore dal 1° luglio 2020 e dal 1° gennaio 2022 scenderà ad euro 1.000.
Per chi vìola l’uso del contante sono previste pesanti sanzioni in base all’importo della transazione: per pagamenti fino ad euro 250.000 da euro 2.000 ad euro 50.000; per quelli oltre tale importo da euro 15.000 ad euro 250.000. Sanzioni da euro 3.000 ad euro 15.000 sono previste anche a carico degli intermediari che non effettuano le necessarie segnalazioni.
Si ricorda comunque che, dal 1° gennaio 2020, la legge di bilancio permette ai pazienti di usufruire della detraibilità fiscale delle spese mediche effettuate da medici e specialisti, solo se pagate con strumenti tracciabili; quindi il pagamento in contanti dal 1° luglio 2020 sarà ancora ammesso sino al limite di euro 2.000, ma non consentirà più la detraibilità fiscale nella dichiarazione dei redditi.

Condividi su: