Gli ultimi 8 anni della nostra professione: il 2010

Il prossimo maggio, durante il Congresso Elettivo, il Presidente Nazionale Gianfranco Prada lascerà la guida dell’Associazione, non potendosi più candidare dopo la modifica statutaria che ha posto il limite a due i mandati ai Presidenti ANDI.
Mancano circa quattro mesi al termine del secondo mandato del Presidente Prada, da questo numero di ANDI Informa Online vogliamo ripercorrere i suoi otto anni di presidenza; un modo per ricordare i fatti avvenuti in questi ultimi 8 anni di professione. In ogni numero di ANDI Informa ricorderemo un anno: cominciamo oggi dal 2010.
La presidenza Prada comincia nel Maggio 2010 dopo il Congresso elettivo che lo ha visto contrapposto alla squadra del dott. Francesco Scarparo: 297 i voti per il dott. Prada contro i 185 per il dott. Scarparo.
Con Prada vengono eletti: Mauro Rocchetti (Vice Presidente Vicario); Massimo Gaggero (Vicepresidente); Aldo Nobili (Vicepresidente); Stefano Mirenghi (Vicepresidente eletto dal Consiglio delle Regioni); Gerardo Ghetti (Tesoriere); Nicola Esposito (Segretario); Carlo Ghirlanda (Segretario Culturale); Alberto Libero (Segretario Sindacale).
Il nuovo Esecutivo Nazionale sostituisce quello uscente guidato dal Presidente Roberto Callioni.
Dal punto di vista politico in quell’anno Presidente della Repubblica Italiana è Giorgio Napolitano, Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Ministro della Salute il prof. Ferruccio Fazio. Il 2010 è l’anno del terremoto ad Haiti, all’acuirsi della crisi economica in Grecia con le tensioni sul fronte economico in Unione Europea, della dichiarazione di Barack Obama che sancisce la fine la guerra in Iraq, della rottura tra Fini e Berlusconi, dello scandalo del “Bunga Bunga”, del “triplete” dell’Inter e dei mondiali di calcio in Sudafrica.
In ANDI entra in vigore il nuovo Statuto, che si porta dietro degli strascichi legali, ed il nuovo Regolamento associativo: l’associazione vincola i mandati del presidente nazionale e di quelli provinciali e regionali a due per incentivare il ricambio generazionale e la partecipazione della base associativa alla vita politica dell’associazione. Tra i primi atti della nuova presidenza il lavoro per chiudere tutte quelle liti pendenti, derivate da ricorsi di gruppi di dirigenti su varie questioni.
Sul fronte sindacale si registra la vittoria davanti alla Corte di Giustizia Europea della battaglia contro la S.C.F, che ha consentito, grazie ad ANDI, ai dentisti ed a tutti i liberi professionisti europei di non dover pagare i diritti per la diffusione della musica ascoltata in studio.
Intensa l’attività sindacale su tutti i fronti a cominciare da quello sugli studi di settore, sulla privacy e sulla tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro. L’obiettivo è stato quello di rendere più agevole la gestione dello studio da parte dei soci, nonostante le nuove norme. Comincia a lavorare anche l’Ufficio Politico che tra le prima attività riesce a fare inserire nel Disegno di legge sulla sanità un emendamento che cerca di permettere ai laureati in odontoiatria senza specializzazione di partecipare ai concorsi per diventare dirigente nel SSN. Altra battaglia attivata è quella per il riconoscimento dei “dentisti militari”.
L’Esecutivo nazionale attiva anche la Commissione sul Futuro della Professione per individuare gli strumenti che favoriscano il patto generazionale e il sostegno dell’Associazione a giovani e donne.
Nel 2010 comincia l’attività della Commissione per la realizzazione del Codice Etico ANDI.
Si prosegue l’attività contro le regole dell’ECM per contrastare le norme che penalizzano i liberi professionisti, in particolare per quanto riguarda i programmi formativi e la non possibilità di scaricare i costi. Parallelamente viene potenziata l’offerta formativa per i Soci sia residenziale che FAD.
Inizia poi il lavoro con il Ministero della Salute per le realizzazione delle Raccomandazioni Cliniche in Odontostomatologia.
Intensa è anche l’attività mediatica con la partecipazione del Presidente Prada a importanti trasmissioni televisive su temi come l’abusivismo e la promozione della salute orale. Vengono attivate, anche grazie alla collaborazione di alcuni dipartimenti regionali, campagne informative rivolte ai cittadini su temi come il turismo odontoiatrico e l’abusivismo ma anche sul tema del low-cost mettendo in guardia i cittadini sui rischi.
Il Mese della Prevenzione raggiunge la sua 30° edizione, confermato l’Oral Cancer Day e le altre attività rivolte alla promozione della salute orale.
Per migliorare la comunicazione con i Soci nasce ANDI Informa Online, l’edizione elettronica della rivista associativa e comincia a prendere forma il Network ANDI.
A fine del 2010 ANDI tocca quota 23 mila soci certificati.

Pubblicato il 7 febbraio 2018

Newsletter del 07.02.2018

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08 e Privacy

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci