Il Ddl Lorenzin approda in Aula. Contiene la norma proposta da ANDI contro abusivi e prestanome

andi_esternaE’ stato approvato, giovedì 26 aprile, dalla Commissione igiene e sanità del Senato, il disegno di legge “Norme varie in materia sanitaria” d’iniziativa governativa presentato dal Ministro Lorenzin, unificando nel testo approvato analoghi provvedimenti presentati da quasi tutti i gruppi parlamentari di maggioranza e di opposizione.

Il Ddl, fermo in Commissione da molto tempo, comprende, tra gli altri, la norma proposta da ANDI proprio al Ministro Lorenzin nel 2013 in tema di contrasto dell’esercizio abusivo di una professione sanitaria.

Quando approvato, a chi esercita abusivamente una professione sanitaria, verrà aumentata la pena della metà ed i beni mobili ed immobili utilizzati per compiere il reato verranno confiscati e donati in uso al Comune in cui il reato è stato consumato.

L’approvazione in Commissione è un passo molto importante per vedere riconosciuto quanto ANDI chiede da tempo su abusivi e prestanome”, commenta il Presidente ANDI Gianfranco Prada. “La norma contenuta nel Ddl Lorenzin non è in concorrenza o in alternativa al Ddl Marinello in discussione alla Camera ma lo integra penalizzando ulteriormente chi esercita abusivamente una professione sanitaria”.

Si tratta – ha commentato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin di misure attese da tempo dai cittadini e da tutti gli operatori del mondo sanitario. Per questo sono particolarmente felice dell’approvazione, dopo un lungo iter che ha garantito il necessario dibattito parlamentare e gli approfondimenti, presso la 12° Commissione Senato – del disegno di legge che porta il mio nome”.

Ecco i principali contenuti del disegno di legge:

a) razionalizzare e semplificare le procedure amministrative in tema di sperimentazione dei medicinali ad uso umano;

b) prevedere che, in occasione dell’aggiornamento del Dpcm Lea (ormai giunto alla conclusione del proprio iter), devono essere inserite le procedure di controllo del dolore nella fase travaglio-parto, ricorrendo, previo consenso informato e fatta salva la libertà di scelta delle partorienti, alle tecniche di anestesia locoregionale;

c) riordinare il complesso settore degli Ordini delle professioni sanitarie, con specifico riferimento all’ordinamento delle professioni di biologo e di psicologo;

d) inasprire le sanzioni penali per chi compie reati ai danni delle persone ricoverate presso strutture sanitarie o presso strutture socio sanitarie residenziali o semi-residenziali;

e) inasprire le sanzioni per chi esercita abusivamente una professione sanitaria.

f) prevedere specifiche disposizioni in materia di formazione medica specialistica, puntando anche a nuove modalità –  da definire con Accordo Stato-Regioni – volte ad inserire i medici in formazione specialistica all’interno delle aziende del Ssn;

g) prevedere che il conseguimento di più lauree o diplomi dia diritto all’esercizio cumulativo delle corrispondenti professioni o arti sanitarie presso le farmacie, ad eccezione dei professionisti abilitati alla prescrizione dei medicinali (in sintesi non è consentito ai medici l’esercizio della professione di farmacista).

Pubblicato il 4 maggio 2016

Newsletter del 04.05.2016

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08 e Privacy

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci