Iniziato il percorso condiviso di scissione della SISOPD da ANDI. Prada, passaggio necessario per la professione per adempiere alla Legge Gelli

Punto cardine della Legge Gelli sulla responsabilità professionale sarà il rispetto delle linee guida che saranno elaborate dalle Società Scientifiche accreditate dal Ministero della Salute secondo le norme indicate da un apposito Decreto che, tra la altre norme, esclude l’accreditamento per le Società Scientifiche che fanno anche attività sindacale ed impone una rappresentatività di almeno il 30% degli esercenti la professione rappresentata.

Se con una successiva nota il Ministero ha indicato che, in questa prima fase poteva venire meno il vincolo della rappresentatività, “perché non si possono lasciare professionisti privi dell’esimente di cui alla legge Gelli sulla propria responsabilità professionale civile e penale”, rimaneva l’incompatibilità con l’attività sindacale.
Da qui il paradosso che la Società Italiana di Stomatologia Odontoiatria e Protesi Dentaria, la storica società scientifica di ANDI con oltre 70 anni di vita, una delle società scientifiche odontoiatriche che rappresenta senza dubbio più del 30% degli esercenti, non avrebbe potuto richiedere l’accreditamento.

ANDI non può certo abdicare da un ruolo centrale di tutela della professione in ambito di responsabilità professionale”, ha scritto il Presidente Nazionale ANDI Gianfranco Prada ai Presidenti provinciali informando che l’Esecutivo Nazionale ha provveduto ad inviare, nei termini previsti dal Decreto Ministeriale (8 novembre 2017), la domanda di accreditamento della propria Società Scientifica SISOPD per il prossimo biennio.
Però, come ampiamente discusso nel Consiglio Nazionale di Matera dello scorso ottobre, è stato necessario avviare un processo statutario per consentire di “staccare” SISOPD da ANDI e depositare quindi presso il Ministero il nuovo Statuto della Società Scientifica SISOPD (resa autonoma da ANDI) entro il termine previsto di 120 giorni.

Un processo decisionale intrapreso attraverso un percorso di condivisone con la base associativa avviato con la costituzione del “Gruppo di Lavoro SISOPD” coordinato dal Vicepresidente Nazionale Dott. Aldo Nobili e composto dal Dott. Giuseppe Bellanti, Dott. Pio Bertani, Dott. Alessandro Corrado Casu e Prof. Angelo Putignano, e al quale tutti i Presidenti provinciali hanno potuto e possono ancora fare riferimento per eventuali chiarimenti e suggerimenti.

Ulteriore passaggio di confronto sarà l’Assemblea Straordinaria convocata il 27 gennaio 2018 a Roma per deliberare in tempo utile il distacco di SISOPD da ANDI, e quindi poter predisporre il nuovo Statuto di SISOPD da depositare al Ministero della Salute nei termini previsti.

L’organizzazione della SISOPD, ancora in via di definizione, sarà comunque agile, anche in termini di numero degli organi dirigenziali, e rispondente ai principi di democraticità richiesti dalla legge e dovrà prevedere la possibilità di una ulteriore modifica se, come auspica ANDI, l’incompatibilità tra attività sindacale e attività della Società Scientifica venga meno.

Nel contempo ANDI continuerà a richiedere al Ministero della Salute che venga riconosciuto un ruolo sindacale di verifica di applicabilità alla professione di tutte le Linee guida licenziate (come del resto è avvenuto con le Raccomandazioni Cliniche in Odontostomatologia) ed a svolgere a pieno titolo la sua attività culturale e di formazione dei Soci.
Invito tutti i Soci a partecipare alle Assemblee provinciali convocate in questi giorni per eleggere i delegati all’Assemblea Nazionale del 27 gennaio p.v.. Sono sicuro che sarà ben compresa l’importanza di questo passaggio e non voglio dare credito a voci secondo le quali alcune Sezioni provinciali abbiano deciso di boicottare la partecipazione all’Assemblea del 27 gennaio, che dovrà deliberare sul progetto illustrato, con inconsistenti motivazioni pre-elettorali che mettono a repentaglio la stessa rappresentatività futura dell’Associazione in ambito culturale ma soprattutto sindacale. Se non si dovesse raggiungere il quorum necessario ricadrà su di loro la responsabilità di un possibile danno generale per l’intera professione esercitata in ambito libero-professionale” ha dichiarato il Presidente Nazionale Gianfranco Prada.

Pubblicato il 10 gennaio 2018

Newsletter del 10.01.2018

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08 e Privacy

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci