Kit fai da te per apparecchi ortodontici. ANDI scrive al Ministero: attivare i controlli per bloccare l’offerta. A rischio la salute del cittadino

Ci mancava anche il dentista fai da te”. E’ questo il commento del Presidente Nazionale ANDI Gianfranco Prada nell’informare della nota inviata al Ministero della Salute in cui si chiede di intraprendere azioni di verifica nei confronti del sito internet www.yoursmiledirect.com attraverso il quale viene proposta ai cittadini la possibilità di acquistare un allineatore trasparente ed un kit per sbiancamento dei denti senza la preventiva visita medica.

A chi acquista il servizio il sito invia un kit per l’auto presa dell’impronta da inviare al centro di raccolta che provvede a studiare il caso inviando poi le mascherine necessarie per “riallineare i denti” come si legge sul sito.

Un’attività che mette in pericolo la salute del cittadino e viola le norme sull’esercizio della professione e sui dispostivi medici su misura, scrive al Ministero della Salute il Presidente Prada ricordando come la terapia ortodontica sia un atto medico effettuato esclusivamente da un professionista abilitato, che ci deve essere una vista sul paziente, che il dispositivo medico su misura deve essere realizzato da un fabbricante registrato presso l’elenco del Ministero della Salute a seguito di una prescrizione medica e corredato dalle dichiarazioni di legge ed installato e controllato dall’odontoiatra prescrivente. Ma soprattutto che il dispositivo deve essere prescritto sulla base della malformazione da correggere individuata sul paziente dopo una accurata visita e gli opportuni esami diagnostici, inoltre, ricorda il Presidente Prada, gli allineatori trasparenti non possono essere utilizzati per tutte le situazioni. Ci sono poi i rischi dell’auto-impronta a cominciare dalla tipologia di materiale utilizzato e dall’ingestione accidentale dello stesso senza considerare il rischio soffocamento.

Altro servizio offerto è il kit sbiancante fornito ai consumatori in cui non vengono indicate informazioni e nessuna garanzia e di sicurezza al paziente. Il Presidente Prada ricorda al Ministero come la materia sia regolamentata da norme nazionali e comunitarie e che i prodotti ad utilizzo cosmetico devono contenere al massimo una concentrazione di perossido di idrogeno dello 0,1% mentre i prodotti professionali con concentrazioni maggiori (dispositivi medici) possono essere prescritti solo da abilitati all’esercizio dell’odontoiatria.

Al fine di garantire la salute dei cittadini il Presidente Prada chiede al Ministro della Salute di attivarsi al fine di attivare le verifiche del caso sulla liceità dell’iniziativa garantendo il rispetto delle norme in funzione della sicurezza della salute del cittadino.

Pubblicato il 20 settembre 2017

Newsletter del 20.09.2017

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci