La componente odontoiatrica abbandona per protesta i Tavoli ministeriali. Ci confronteremo solo con il Ministro

ministero_della_salute_228x148Gli Stati Generali dell’Odontoiatria, massimo organo rappresentativo di tutte le componenti della Professione – dall’Ordine all’Università, dai Sindacati (tra i quali ANDI naturalmente) alle Società Scientifiche, dagli Studenti all’Ente di Previdenza -, riuniti giovedì 23 giugno a Roma, presso la nuova sede della FNOMCeO, hanno annunciato l’intenzione di uscire dai tavoli ministeriali.

Rivendichiamo – si legge in una nota ufficiale – l’importanza della Salute orale quale Diritto Costituzionale, stigmatizzando che le questioni più importanti riguardanti l’Odontoiatria non sono state adeguatamente affrontate dagli interlocutori ministeriali. L’implementazione delle cure odontoiatriche nei Lea, l’appropriatezza, la regolamentazione delle società di capitali (che comprano e vendono le attrezzature odontoiatriche senza rispettare la norma di cui alla Legge 175/92) nell’esercizio professionale, il tentativo di introdurre, nell’ambito delle professioni sanitarie, la figura dell’odontoprotesista e la recente approvazione, avvenuta senza consultare la Professione, dell’intesa Stato-Regioni sui requisiti degli studi, l’incertezza dell’applicazione dei nuovi ordinamenti delle Scuole di Specializzazione di Area Odontoiatrica sono alcuni dei problemi fondamentali ancora non risolti”.

La sofferta decisione – spiega il Presidente ANDI Gianfranco Prada è nata dopo le ultime iniziative del Ministero su questioni importanti che non hanno tenuto conto di quanto richiesto da ANDI ed espresso anche dai Tavoli tecnici consultivi. Questi ultimi sono stati predisposti per indicare la posizione della professione su aspetti tecnici in modo da rendere applicabili le norme che il Ministero emana. La considerazione, condivisa da tutte le componenti degli Stati Generali, è stata quella che le indicazioni date dalla professione vengono sistematicamente disattese rendendo, quindi, inutile la partecipazione”.

La decisione di non partecipare più ai Tavoli ministeriali è stata comunicata dal Presidente CAO Giuseppe Renzo, per conto dei componenti degli Stati Generali, al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, chiedendo un confronto diretto sulle questioni di interesse odontoiatrico.

 

Pubblicato il 5 luglio 2016

Newsletter del 06.07.2016

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08 e Privacy

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci