La Polizza Convenzione ANDI in Responsabilità civile professionale e gli scenari futuri

Ospitiamo un editoriale di Marco Scarpelli, Responsabile Tecnico dell’Area sinistri di Oris Broker ed esperto delle problematiche di contenzioso medico legale ed assicurativo; il contributo appare particolarmente significativo in considerazione della vicina scadenza/rinnovo della polizza convenzione ANDI/Cattolica Assicurazioni, prevista per fine anno 2017, e della recente approvazione della legge di riforma in ambito medico del marzo 2017, detta “Gelli/Bianco”.
Il Presidente Nazionale ANDI Gianfranco Prada

***

Gli scenari aperti dalla legge GELLI/BIANCO di recente promulgazione, appaiono molto interessanti e significativi.
Nel solco tracciato dal decreto Balduzzi del 2012 è infatti ipotizzabile, a breve, l’instaurarsi di condizioni che prevedano, da una parte la reale obbligatorietà di forme assicurative in Responsabilità Civile Professionale, dall’altra la creazione di fondi collettivi per le categorie mediche e quindi anche per gli odontoiatri, per la gestione dei sinistri, quanto meno sino ad un certo valore soglia.
Vogliamo qui ricordare che il progetto Polizza Convenzione ANDI in Responsabilità Civile, nato alla fine degli anni ‘90 ed a pieno regime già dal 2001, ha sviluppato un laboratorio non solo unico per numero di iscritti ma anche unico per l’effetto calmierante sul costo delle polizze in R.C.Professionale odontoiatrica. La creazione della Polizza Convenzione, dove il Contraente è l’Associazione, fa si che i colleghi odontoiatri iscritti all’Associazione che aderiscono alla convenzione godano del beneficio non solo di una gestione univoca e centralizzata delle adesioni e degli eventuali sinistri, ma anche di regole uguali per tutti; ciò ha favorito lo sviluppo di un testo di polizza assicurativa in R.C. Professionale abbondantemente utilizzato come ispirazione per molte polizze concorrenti, così per le innovazioni, e gli aggiornamenti, applicate nel corso del quindicennio ed oltre di sviluppo.
A distanza di sedici anni dall’esordio della polizza convenzione non solo è stata raggiunta la ragguardevole cifra di ben 12.500 iscritti (polizza convenzione numericamente leader in tutto il comparto della sanità), ma può vantarsi un efficace controllo dei costi che, rispetto all’esordio, in relazione all’andamento del costo della vita, sono stati all’opposto calmierati. Può vantarsi inoltre un sistema di gestione dei sinistri altamente professionalizzato, che consente una elevata risoluzione del contenzioso in ambito stragiudiziale, con compressione di tempi e stress correlato.
Nel contempo, il mondo della sanità e delle professioni in sanità si è affacciato a modalità di risarcimento diretto e di autoassicurazione. Anche su questi progetti abbiamo lavorato e stiamo lavorando, convinti che una gestione “in proprio” consenta miglior controllo e quindi mantenimento di un adeguato livello di qualità, nonché risparmio di denaro, favorendo flussi verso le Provincie finalizzati, ad esempio, a progetti di crescita professionale o di prevenzione del contenzioso.
Uno degli indubbi vantaggi di una polizza unica e centralizzata è il controllo della sinistralità; non solo vi è possibilità di spalmare i sinistri sulla intera popolazione, di fatto aumentandone la protezione, ma può anche svolgersi un controllo statistico sugli andamenti e svolgere quindi una attività di carattere preventivo, sul contenzioso, mirata. D’altra parte è evidente a tutti che la capacità di sopportazione del costo elevato di sinistri gravi, per fortuna rari, a fronte di un costo medio di sinistro molto contenuto, per la categoria degli odontoiatri, deriva dalla azione di mutualità del gruppo, pienamente in linea, precorrendoli di molti anni, con gli intenti prima del decreto “Balduzzi” del 2012, poi della legge “Gelli/Bianco” del 2017. E non a caso, nella fase di stesura dei rispettivi atti legislativi, i nostri rappresentanti, sul nostro progetto, e sul suo significato ultimo in relazione ai fabbisogni specifici della categoria medica, sono stati consultati.
A fronte in particolare dell’ultimo e vigente pronunciamento di Legge, in attesa dei decreti attuativi, riteniamo in ogni caso di essere tecnicamente pronti ad affrontare e gestire gli obiettivi che la legge stessa percorre.
Naturalmente e per prudenza, è sempre possibile riassicurare con il/un partner Assicurativo il rischio “elevato”, ovvero il rischio che preveda potenziale risarcibilità a costi molto importanti.
Tali problemi sono oggetto di particolare attenzione, non solo per l’attualità conseguente all’entrata in vigore della citta legge Gelli/Bianco, ma anche in vista del rinnovo della polizza convenzione, attualmente triennale; non è escluso che, proprio a fronte della contingente situazione determinata anche dalla solo parziale pubblicazione dei decreti attuativi della legge Gelli/Bianco, i partners ANDI/Cattolica Ass. decidano di procedere ad un rinnovo parziale (annuale) della convenzione, ovvero prevedano meccanismi di revisione dell’accordo in caso appunto di pubblicazione di nuove regole.

Lo staff di Oris Broker/ANDI, diretto dal Presidente Stefano Mirenghi, sta fattivamente lavorando alle ipotesi sopra richiamate, in collaborazione con il nostro storico partner assicurativo: il gruppo è pronto e, soprattutto, può basare le proprie valutazioni sull’esperienza maturata, sui dati raccolti, sulla volontà, mai venuta meno, di “servire” l’Associazione in modalità intellettualmente costruttive, non semplicemente “protezionistiche” della categoria odontoiatrica ma protettive della professione, in favore quindi degli operatori ma anche dei pazienti, giacché, come da sempre affermiamo, lavorare per la crescita ed il miglioramento del rapporto tra medico odontoiatra e paziente significa indirettamente rendere un servizio di qualità ai colleghi.
E questa, ci pare, è la prima e principale “mission” di chi lavora in Associazione.

***

Dottor Marco Lorenzo Scarpelli
Responsabile tecnico dell’area sinistri di Oris Broker

Medico chirurgo, specialista in Odontostomatologia, Medicina legale
Professore a contratto in “Etica e Comportamento nella professione” e Coordinatore Master in “Odontologia Forense” (Università degli Studi di Firenze)

 

Per visitare il sito che descrive la struttura di Oris Broker e la sua organizzazione:
www.andi.it/oris-broker

Pubblicato il 20 settembre 2017

Newsletter del 20.09.2017

 

Servizi Online

 

Per i Soci

Assicurazioni

Scopri l'offerta assicurativa Oris Broker - Cattolica dedicata ai Soci ANDI

Corsi 81/08

Corsi obbligatori ai sensi del D.Lgs 81/08 Art. 37 e Art. 34

DVR Applicativo Online

Per la compilazione del Documento Valutazione Rischi

730 precompilato

Aggiornamenti e software ANDI
 
 

iDenti

App gratuita per iPhone e iPad per individuare un dentista nelle vicinanze

Il Tuo dentista informa

Non solo informazioni cliniche ma anche i consigli dei dentisti ANDI e curiosità

TV ANDI

Comunicare, intrattenere e fidelizzare i pazienti fin dalla sala d’attesa
 

In evidenza

Fondazione ANDI

Parte a Catanzaro “Adotta un sorriso di un bambino”

Presidenza

Le novità del 2017 in tema fiscale: spesometro, maxi-ammortamento ed addio Studi di settore

News Culturali

ECM: la Commissione concede proroga di un anno per raccogliere i crediti

Fondazione ANDI

Emergenza medica online con una App

Presidenza

Inserimento dei neo laureati nel mondo del lavoro. Il Collegio dei Docenti sostiene il progetto ANDI ed Italia Lavoro
 

Segui ANDI su

 
 
Aziende per ANDI. Scopri i vantaggi per i Soci