Emergenza migranti e urgenze odontoiatriche: Andi e Fondazione Andi pronte a intervenire a Manduria e in Toscana

Valutando le necessità, anche odontoiatriche, conseguenti ad emergenze che comportano la gestione di campi profughi popolati da centinaia di persone, ANDI con la propria Fondazione, grazie anche all’esperienza acquisita dopo l’ emergenza conseguente al terremoto dell’ Abruzzo, ha avviato dei progetti atti a prevedere l’intervento di volontari odontoiatri ANDI e a migliorare l’integrazione con enti e istituzioni preposti alla gestione dei campi di accoglienza.

In quest’ottica ha collaborato con il nono Centro Cri Miles Firenze nell’ organizzazione di un corso di formazione per personale operante su Unità Odontoiatriche Mobili e, grazie alla propria capillarità con dipartimenti regionali e sezioni provinciali, è in grado di intervenire con volontari su tutto il territorio nazionale.

Nell’ attuale contingenza, nonostante si resti in attesa di notizie più precise sulla gestione dei campi e sulla destinazione dei profughi, ANDI sta monitorando l’ attività a Manduria ed in Toscana, pronta ad intervenire, direttamente o attraverso la propria Fondazione, per aiutare le Autorità nella gestione delle urgenze odontoiatriche, una volta che saranno meglio definiti gli opportuni standard di sicurezza e la durata della permanenza dei profughi.

Condividi su: