FALSI DENTISTI: PLAUSO DELL'ANDI A "STRISCIA LA NOTIZIA"

L’ ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), la più rappresentativa della categoria con oltre 19.000 iscritti su 50.000 odontoiatri, sostiene ed appoggia l’iniziativa di “Striscia la Notizia” contro l’esercizio abusivo dell’odontoiatria in Italia. Ci permettiamo di fornire alcuni dati in modo da sensibilizzare la popolazione sul rischio che corre rivolgendosi per le cure dentistiche a personale non abilitato:

i falsi dentisti in Italia sono addirittura, secondo le stime disponibili, almeno 15.000 distribuiti in tutto il territorio nazionale e si nascondono sia in studi dentistici non regolari ed autorizzati, che in strutture sanitarie dove, grazie a medici compiacenti, operano senza i dovuti titoli;
· rivolgendosi ad un falso dentista non solo si rischia pesantemente sulla terapia odontoiatrica che si riceve ma, cosa ancora più grave, soprattutto sulla salute generale (ci riferiamo in particolare al grave problema delle malattie infettive che possono essere trasmesse con l’utilizzo di strumenti non sterili o con procedure non corrette praticate dagli abusivi: soprattutto Epatite B e Hiv).

ANDI ha più volte cercato di sensibilizzare i politici affinché venga modificato l’art. 348 del Codice Penale che attualmente punisce con una sanzione irrisoria (spesso meno di 1000 €) chi viene colto ad esercitare abusivamente la professione: è necessario che le pene siano severe e che sia prevista la confisca dei beni utilizzati dal personale abusivo, solo in questo modo può essere creato un deterrente serio e tutelato il cittadino-paziente.

Nel frattempo è importante che tutti coloro che si recano dal dentista si accertino che chi li cura sia un medico odontoiatra: in caso di dubbio basta chiamare l’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri e chiedere la conferma.

Ufficio Stampa 339/2349329
Roma,30 novembre 2005

Condividi su: