I DENTI SI CURANO ANCHE IN CARCERE

Partirà dal carcere di Catania la realizzazione del  progetto per la promozione della salute orale negli istituti penitenziari, il cui protocollo d’intesa sarà firmato e presentato alla stampa venerdì 11 aprile alle ore 11 presso il Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria, in  viale della Regione siciliana Sud-Est 1555 a Palermo, dal direttore Orazio Faramo, dai dirigenti Gianfranco De Gesu e Franco Luppoli e dal presidente della Fondazione ANDI Onlus Marco Landi. L’obiettivo è quello di promuovere la salute orale e la prevenzione delle infezioni nella popolazione carceraria degli istituti siciliani, stimata in circa cinquemila detenuti. Il progetto, che avrà la durata di un triennio, prevede la realizzazione di un incontro formativo nel carcere di San Pietro in Clarenza a Catania, rivolto ai dentisti volontari dell’ANDI e al personale interno (agenti di polizia penitenziaria, educatori, personale sanitario medico ed ausiliario); l’accesso dei volontari dell’ANDI nelle tre più grandi carceri della Sicilia per incontri con i detenuti in cui si terranno lezioni specifiche sulla corretta igiene orale e sulla prevenzione delle infezioni; la distribuzione ai detenuti di un kit composto da spazzolino e dentifricio.

Roma, 9 aprile 2008

Condividi su: