IL PROGETTO DELL'ANDI PRESENTATO OGGI ALL' HOTEL EXCELSIOR DI ROMA

Contro l’Ecm i dentisti avviano la FCO (Formazione Continua in Odontoiatria)
Aggiornamento di qualità per il professionista e garanzia per il paziente

L’attuale modello di Ecm (Educazione Continua in Medicina) ha ampiamente dimostrato i sui limiti: è un sistema obbligatorio basato più sulla burocrazia che sulla qualità formativa, che non ha saputo adeguatamente considerare, realizzando gli strumenti necessari, le varie particolarità delle figure professionali dei molteplici settori della sanità coinvolte.
Da sempre, ben prima dell’avvento dell’Ecm (che peraltro, dato che il 90 per cento degli odontoiatri non ha rapporti con il Servizio Sanitario Nazionale, non interessa la stragrande maggioranza della categoria), i dentisti italiani hanno fatto del loro aggiornamento professionale un vanto deontologico ed una forma di rispetto verso i propri assistiti.
Pertanto l’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), pur riscontrando nell’attuale ministro della Salute delle aperture, ha deciso di avviare un modello di Formazione Continua in Odontoiatria (FCO) in alternativa al programma Ecm.
Il progetto – presentato oggi, sabato 2 luglio, all’hotel Excelsior di Roma, dal presidente Roberto Callioni – si basa sulla qualità della formazione, permettendo al singolo professionista di creare un percorso di aggiornamento che soddisfi le proprie esigenze.
L’obiettivo primario è quello di fornire uno strumento di garanzia e valutazione al paziente sul fatto che il dentista a cui si affida si aggiorna con continuità e con profitto.
I partecipanti agli eventi otterranno infatti un attestato sulla base di una valutazione che terrà conto delle ore di formazione e dell’apprendimento acquisito. Un particolare certificato verrà poi rilasciato al professionista al fine di dare visibilità verso i propri pazienti, riconoscendo coloro che si dedicano all’aggiornamento professionale e quindi al miglioramento delle prestazioni erogate ai propri pazienti. Per realizzare questo progetto l’ANDI attiverà sul territorio nazionale tre centri permanenti, uno al nord, uno al centro ed uno al sud, che consentiranno di svolgere attività didattica tutto l’anno in strutture specificatamente attrezzate
I corsi vedranno come relatori “tutors” del settore e docenti universitari che garantiranno il massimo livello qualitativo.
Per l’attività della Formazione Continua in Odontoiatria l’ANDI intende collaborare con tutte le altre componenti del settore dentale interessate alla formazione: mondo universitario, igienisti dentali, odontotecnici, personale ausiliario, della ricerca ed industria, molte delle quali hanno già dato la loro disponibilità.

Roma, 2 luglio 2005

Condividi su: