Intervista a Sabrina Santaniello

Intervista a Sabrina Santaniello

Sabrina Santaniello, Presidente ANDI Roma – Segretario ANDI Nazionale- e neo eletta Rappresentante del Comitato consultivo  dell’Enpam Quota B nella Regione Lazio.

Dott.ssa Santaniello, domenica 17 maggio si sono svolte le elezioni on-line per il rinnovo degli organi statutari dell’Enpam e lei è stata eletta Rappresentante del Comitato consultivo  dell’Enpam Quota B nella Regione Lazio con 1698 voti. Un risultato importante.

‘’Si è vero, un risultato eclatante e al di sopra di ogni aspettativa soprattutto riguardo l’affluenza al voto. Sono state le prime elezioni online per l’Enpam e hanno registrato una grande partecipazione. Dai risultati definitivi giunti all’Enpam dai 106 Ordini provinciali, infatti, l’adesione al voto si è quasi triplicata rispetto a cinque anni fa, a testimonianza di una comunità professionale attiva che con gli oltre 50.000 votanti ha voluto, da una parte, confermare la regolarità del percorso elettorale per il rinnovo degli organi statutari della Fondazione Enpam e, dall’altra, attribuire massima forza, legittimità e determinazione a chi andrà a rappresentare la professione medica e odontoiatrica in Enpam per i prossimi cinque anni. Oltre alle 1698 preferenze sul mio nome, che mi hanno fatto eleggere come Rappresentante del Comitato consultivo Quota B nella Regione Lazio, la lista sostenuta da ANDI, “Lista per il Welfare dei liberi professionisti”, costituita solo da Odontoiatri che esercitano la libera professione, così come tutti i candidati presentati per la consulta quota B, è stata la vincitrice con ben 8307 voti.  Un risultato davvero straordinario, sostenuto da migliaia di elettori che hanno premiato gli sforzi  e la credibilità delle Nostre proposte. Pertanto, ringrazio tutti coloro che ci hanno sostenuto fin dall’inizio, in particolare, chi ha sottoscritto la mia candidatura confermando il loro consenso con il voto.  Mi impegnerò anche in questo nuovo ambito,  per quanto sarà di mia competenza,  a lavorare con lo stesso entusiasmo e dedizione di sempre per tutta la categoria, sia medica che odontoiatrica libero professionale, per migliorarne gli aspetti previdenziali, assistenziali e di welfare, descritti ampiamente nel programma elettorale ANDI”.

In questo momento storico la professione medica sta attraversando una crisi economica, ma non solo. E’ sempre più forte l’esigenza di un cambiamento radicale?

”L’emergenza Covid – 19 ha colpito sicuramente le attività libero professionali dei Medici e degli Odontoiatri  e ha reso di primaria importanza la necessità di avere un Ente di Previdenza solido, forte e autonomo al Nostro fianco. Un Ente in grado di  tutelarci garantendo contemporaneamente interventi per il sostegno sia al reddito professionale che all’assistenza e alla previdenza. In questi anni la Fondazione Enpam ha realizzato molti progetti e ha raggiunto importanti risultati sia in ambito previdenziale che assistenziale intervenendo, anche in occasione della crisi che stiamo vivendo, con nuove e indispensabili misure.  Adesso occorre dare continuità a quanto finora realizzato e cominciare a richiedere  con forza maggiori poteri di intervento e autonomia per l’ assistenza agli iscritti, soprattutto nelle ”situazioni emergenziali” come quella che stiamo vivendo oggi. Si rende quindi necessario dare risposte più immediate ai reali bisogni degli iscritti sul territorio, ascoltando le loro istanze, per poi  trovare soluzioni adeguate ai cambiamenti sociali ed economici in atto, le cui ripercussioni coinvolgono soprattutto  le nuove generazioni di Medici e Odontoiatri. E’ evidente infatti, che questo particolare momento emergenziale e la conseguente crisi economica hanno, se non altro, avuto il merito di innescare una discussione sul territorio circa il futuro della professione medica ed odontoiatrica. Volendo essere costruttivi, da questo dibattito, potremo ricavare proposte e soluzioni percorribili già nell’immediato per affrontare al meglio l’attività libero professionale del prossimo futuro ed aprendo,  contestualmente, la strada a nuove progettualità e a strumenti a sostegno alla categoria.’’ 

Condividi su: