Per beneficenza i dentisti sorridono di se stessi

Prima teatrale stamani al teatro Kursaal Santalucia di Bari della commedia brillante “Lo strano caso di un dentista innamorato (e) della sua poltrona”.

La commedia (scritta da Maria Angela Nobile per la regia di Matteo Bonanni), messa in scena dalla compagnia “Fuori di Testo”e prodotta dall’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), rappresenta la storia di un ex galeotto che, uscito dal carcere, raggiunge una vecchia casa d’appuntamenti, oggi studio dentistico gestito da coniugi entrambi dentisti, con l’aiuto di una svampita quanto affascinante assistente.

Insieme, a smorzare il gioco degli equivoci, sentimenti buoni che prendono prepotentemente e solo a tratti il palcoscenico, per lasciare di nuovo spazio all’equivoco, in un gioco lieve ed intelligente.

Scopo della rappresentazione teatrale, che sarà riproposta durante l’anno in altre città sede di eventi formativi inseriti nel circuito di aggiornamento professionale ANDI Eventi, è la raccolta di fondi (quelli raccolti alla prima di Bari saranno devoluti all’Admo) per finanziare iniziative mirate alla ricerca ed assistenza in particolare verso le patologie che interessano il cavo orale, come la ricerca sulle malattie rare finanziata dalla Fondazione ANDI Onlus.

Condividi su: