Prosegue il Tavolo di CAO e ANDI per la ripartenza

Prosegue il Tavolo di CAO e ANDI per la ripartenza

Si è svolta la seconda riunione della CAO Nazionale, presieduta dal suo Presidente Raffaele Iandolo e allargata alla partecipazione di qualificati esperti rappresentanti l’intera professione odontoiatrica in campo ordinistico, accademico, associativo, previdenziale e sindacale.

Per ANDI ha partecipato il Presidente nazionale Carlo Ghirlanda.

Nella riunione erano presenti, inoltre, anche qualificati specialisti in medicina del lavoro (Prof. Iavicoli Ivo) e nel campo della microbiologia (Prof. Crisanti Andrea).
Come è noto, l’obiettivo del tavolo è quello di approfondire tutte le tematiche scientifiche ed organizzative che devono essere alla base di una auspicabile riapertura degli studi odontoiatrici.

La complessa materia già nella prima riunione era stata suddivisa nei seguenti sette comparti:

1) conoscenze scientifiche sul virus, modalità di diffusione, epidemiologia, diagnosi;
2) eventuale screening dei pazienti tramite test rapidi e sierologici;
3) protezione del paziente;
4) protezione degli operatori sanitari;
5) sanificazione degli ambienti;
6) istruzioni sull’uso ottimale dei dispositivi individuali di protezione;
7) aspetti organizzativi.

La discussione è stata ampia e si è giunti alla individuazione di ulteriori passaggi che porteranno in tempi molto brevi alla predisposizione di un documento finale sulla base di apporti scientifici e di relazioni che i componenti del Tavolo hanno proposto quale contributo di tutti i partecipanti al Tavolo stesso.

Il lavoro del Tavolo costituirà poi elemento di supporto decisivo per i lavori della Commissione Tecnica sui problemi della riapertura degli studi istituita dal Ministero della Salute.

Tutti i componenti del Tavolo hanno convenuto sulla necessità di concludere il lavoro in tempi brevi al fine permettere agli odontoiatri italiani di riprendere, si spera quanto prima, la loro attività in modo sereno e garantito.

La prossima riunione si svolgerà mercoledì 22 aprile p.v.

Condividi su: