Scadenze fiscali di maggio

Scadenze fiscali di maggio
Condividi su:

17 maggio 2021

Scade il Versamento dei seguenti tributi da effettuarsi tramite Addebito Telematico di Delega F24:
  • Debito IVA riferito alla mensilità di Aprile 2021 (per i Contribuenti con Liquidazione Iva mensile) codice tributo “6004”;
  • Debito IVA riferito al Primo Trimestre 2021 (per i Contribuenti con Liquidazione Iva trimestrale)
    codice tributo “6031”;
  • Contributi INPS dipendenti e trattenute IRPEF ed ADDIZIONALI IRPEF regionali e comunali riferiti
    alla mensilità di Aprile 2021 ;
  • Seconda Rata dell’autoliquidazione 2021/2020 del Premio INAIL per i contribuenti che hanno
    optato per la rateazione del Premio;
  • RITENUTE A TITOLO DI ACCONTO maturate su compensi erogati a lavoratori autonomi o
    occasionali e saldati nel mese di Aprile 2021, codice tributo “1040” con periodo competenza
    04/2021.
Scade l’eventuale 3° Rata dei Contributi previdenziali sospesi per effetto del Decreto Ristori Bis relativi ai mesi di Novembre e Dicembre dello scorso anno. La sospensione per il mese di novembre 2020 è prevista dall’art. 13 quater del DL 137/2020, riservata solo a determinate categorie di soggetti tra le quali gli esercenti l’attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi fino a 50 milioni di euro e che hanno subito una diminuzione del fatturato di almeno il 33% nel mese di novembre dell’anno 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il versamento dei contributi sospesi era da effettuarsi in unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo senza applicazione di interessi e
sanzioni (16/03-16/04-16/05-16/06).
Scade la 3° rata della rateizzazione del Saldo Iva 2020 (codice tributo “6099”).
Scade la 5° rata di 24 rate della rateizzazione introdotta dall’ articolo 97 D.L. 104/2020 (c.d. Decreto agosto) che ha previsto un’ulteriore rateizzazione dei versamenti sospesi sino al 16 settembre 2020.
Più precisamente, la disposizione citata aveva previsto che i versamenti di cui agli articoli 126 e 127 D.L. 34/2020 potevano essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi: 
  • per un importo pari al 50 per cento delle somme oggetto di sospensione, in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020, o, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
  • per un importo pari al restante 50 per cento delle somme dovute, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.

25 maggio 2021

Scade la presentazione degli Elenchi intrastat delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti Ue per gli operatori mensili.

28 maggio 2021

Scade la presentazione delle ISTANZE PER IL CONTRIBUTO AL FONDO PERDUTO previsto dal cd. Decreto Sostegni (rif. DL. N.41 del 22/03/2021).

31 maggio 2021

Scade il termine per il versamento dell’Imposta di bollo sulle Fatture Elettroniche inviate al Sistema SDI ,relative al Primo trimestre 2021. I contribuenti che hanno un debito inferiore a Euro 250,00 possono optare per il pagamento semestrale. Ricordiamo che il pagamento dell'imposta dovuta sulle fatture elettroniche inviate tramite il Sistema di interscambio può' essere effettuato per l'ammontare calcolato dall'Agenzia mediante il servizio presente sul sito dell'Agenzia, nell'area riservata del soggetto passivo IVA, con addebito su conto corrente bancario o postale,  oppure tramite Modello F24 utilizzando il Codice tributo “2521”.
Scade il termine per la presentazione telematica della LI.PE del Primo Trimestre 2021. Entro tale data i soggetti passivi Iva dovranno presentare il modello “Comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA” per comunicare i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta (mensili e trimestrali) relativi al I trimestre 2021. Sono esonerati dal compiere tale adempimento i soggetti passivi non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva sempre che, nel corso dell’anno, non vengano meno le condizioni di esonero. Non ricorre alcun obbligo di invio delle LIPE nel caso non vi siano dati da indicare, ma sussiste l'obbligo nel caso in cui
si debba evidenziare un credito proveniente dal trimestre precedente o dall’anno precedente. 
Per i Contribuenti che rispettano i requisiti oggettivi e soggettivi previsti dalla normativa e che hanno optato per la rateizzazione introdotta dal DL 137/2020 poi convertito nella L. 176/2020, scade la Seconda Rata del pagamento del 2° Acconto IRPEF/IRES/IRAP 2020 (senza interessi o maggiorazioni) .L’originaria scadenza del 30/11/2020 inizialmente prorogata per tutti i contribuenti al 10/12/2020 , risulta prorogata al 30 aprile 2021 per i soggetti indicati all'art. 98, comma 1, del D.L. n. 104 del 2020, in un ‘unica soluzione o in massimo 4 rate mensili di pari importo senza maggiorazioni.
Differimento scadenze inerenti il versamento della quota obbligatoria dei Contributi Enpam: si precisa che la prima scadenza per il pagamento dei Contributi Enpam- Quota A- originariamente scadente il 30 aprile di ogni anno, quest’anno è stata eccezionalmente spostata al 31 maggio.
Parimenti anche la prima rata , per chi ha optato per la rateazione in quattro rate ,subisce un differimento pertanto la Prima rata con scadenza 30 aprile 2021 , quest’anno viene posticipata al 31 maggio 2021, a seguire la seconda rata scadente il 30 giugno per quest’anno viene anch’essa posticipata al 31 luglio 2021, restano invariate (al momento) le scadenze delle due rate successive : al 30 settembre e 30 novembre.
In prossimità della scadenza del pagamento, l’Enpam invia per email il riepilogo dei contributi dovuti, insieme al piano di ammortamento scelto al momento dell’attivazione dell’addebito diretto.
I contributi sono addebitati sul conto corrente alla data esatta della scadenza (oppure, se il termine cade di sabato o in un giorno festivo, il primo giorno utile successivo).