Si riaprono i termini per Rottamazione Ter e Saldo e Stralcio

Si riaprono i termini per Rottamazione Ter e Saldo e Stralcio
Condividi su:

L’emendamento apportato con la Legge di conversione del Decreto Legge 4/2022 sancisce, la rimessione nei termini per i debitori decaduti, fissando un calendario per rientro nei versamenti e l’estinzione delle eventuali procedure esecutive avviate alla data di entrata in vigore del decreto Sostegni ter (27 gennaio 2022).

A causa della concentrazione delle scadenze dei pagamenti, rottamazione ter e saldo e stralcio, riferiti alle quote di pagamento 2020 e 2021 al 9 dicembre 2021 (14 dicembre 2021 considerando i 5 giorni di tolleranza) molti contribuenti non sono stati in grado di adempiere al pagamento. Questa inadempienza comportava la decadenza della procedura ed il ripristino del debito originario, comprensivo di sanzioni ed interessi.

Con la riapertura dei termini le rate originariamente scadenti:

  • nel 2020 possono essere pagate entro il 30 aprile 2022;
  • nel 2021 possono essere pagate entro il 31 luglio 2022
  • nel 2022 possono essere pagate entro il 30 novembre 2022.

Si ricorda che i pagamenti relativi alla rottamazione ter si concluderanno nell’anno 2023.

Risultano estinte le procedure esecutive in corso e conseguentemente i beni e le somme eventualmente pignorate tornano nella disponibilità del debitore. Le somme già pagate però si considerano definitivamente acquisite. Non potranno essere avviate nuove procedure esecutive o cautelari.