Sileri annuncia la validazione delle linee operative

Sileri annuncia la validazione delle linee operative

La diretta Facebook organizzata da Gaetano Ciancio, Presidente CAO Salerno e dall’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia salernitana si apre con l’ok del Viceministro Pierpaolo Sileri alle linee operative per la Odontoiatria.
“Il documento ha avuto il parere favorevole da Silvio Brusaferro, Presidente ISS – ha dichiarato Sileri durante l’incontro – pertanto, ci possiamo aspettare l’ufficializzazione, probabilmente già nella giornata di domani (lunedì 11 maggio ndr.). Poche sono state le modifiche rispetto al testo presentato dalla commissione, che ha lavorato velocemente e con ottimo risultato”.
Confermato l’uso dei manicotti sull’avambraccio per evitare il cambio continuo del camice, che non dovrà essere quello sterile.
Riguardo al ricambio d’aria per gli impianti a ventilazione forzata, saranno 5 e non 15 i cicli necessari.
Nel suo intervento il Presidente ANDI ha “intervistato” il Viceministro anche sul tema dell’esclusione degli Odontoiatri dagli incentivi sui DPI, come già anticipato ieri a proposito del bando Invitalia, ricevendo da Sileri un significativo impegno a un “correzione in corso d’opera” che ricomprenda anche i dentisti libero professionisti, sanando questa evidente incongruenza.
“DPI che comunque continuano a essere costosi e difficilmente reperibili dagli abituali fornitori”, conferma Ghirlanda ribadendone l’estrema necessità, in virtù delle modalità operative tipiche degli Odontoiatri.
Il Tavolo resta permanente, come sottolineato da Antonella Polimeni, Preside di Medicina e Odontoiatria alla Sapienza e dal coordinatore Enrico Gherlone, al fine di poter aggiornare le linee operative alla luce di nuove evidenze scientifiche.

Raffaele Iandolo, Presidente nazionale CAO, ha auspicato la disponibilità della commissione a recepire tutte le indicazioni della base operativa.

“Sono raccomandazioni con evidenza scientifica – ribadisce Ghirlanda – che consentono la ripresa del lavoro superando le paure basate sul “si dice”, in quanto tutto quello che non è presente nel documento non è attendibile.”
Il ruolo di ANDI al Tavolo è stato prioritariamente quello di valutare l’applicabilità delle soluzioni alla quotidianità, coerentemente all’attuale Fase 2.

Indicazioni che si trovano anche nel Documento di Valutazione Rischi prodotto da ANDI, nella sua terza release con le ultime indicazioni relative alle misure di precauzione e prevenzione nello studio odontoiatrico alle quali fare riferimento per l’attività professionale odontoiatrica in fase 2 epoca COVID.

Per rivedere la video conferenza
CLICCA QUI