TRACCIABILITÀ PAGAMENTI FORSE VERSO UNA PROROGA

TRACCIABILITÀ PAGAMENTI FORSE VERSO UNA PROROGA

Le spese odontoiatriche (art. 15 Tuir) rientrano tra quelle per cui la legge di bilancio impone , per la detraibilità, la condizione che la spesa sia sostenuta con mezzi tracciabili ( carte di debito, carte di credito, assegno bancario, assegno postale).
Dopo le tante sollecitazioni pervenute per la modifica di tale norma, compresa quella di ANDI, su richiesta del Ministro dell’Economia il governo ha presentato alla camera un emendamento al DL Milleproroghe di richiesta di differimento del termine di entrata in vigore dell’obbligo di tracciabilità per le spese di cui all’art. 15 del Tuir, tra cui le spese odontoiatriche, al 31 marzo 2020.
Ora si attende la conversione in legge dell’emendamento che, se verrà approvato, consentirà fino al 31 marzo 2020 la detrazione per i pazienti delle spese interessate, anche se pagate in contanti; dal 1 aprile 2020 per poter usufruire della detrazione nella dichiarazione dei redditi (unico/mod. 730) i pazienti dovranno utilizzare unicamente mezzi di pagamento tracciabili.