Tutte le scadenze di settembre

Tutte le scadenze di settembre
Condividi su:

Un elenco dettagliato con i numerosi appuntamenti fiscali e contributivi del mese di settembre

  • Lunedì 6: scadenza del termine per l’invio telematico delle domande relative al bonus riduzione locazioni.
  • Venerdì 10: i contribuenti che intendono fruire del contributo perequativo di cui all’art. 1 D.L. n. 73/2021 devono presentare la dichiarazione dei redditi (che di norma dovrebbe essere inoltrata entro il 30/11/2021). Ad oggi non è stato ancora approvato il Decreto del MEF che fisserà i requisiti per godere di tale beneficio.
  • Mercoledì 15: IRPEF / IRES / IRAP – Imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali – Contribuenti soggetti ad ISA- Versamento. Per i contribuenti soggetti ad ISA (indici sintetici di affidabilità), i termini dei versamenti, a saldo ed in acconto, risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, IRAP ed IVA, che scadono dal 30 giugno al 31 agosto 2021, sono prorogati al 15 settembre senza alcuna maggiorazione.
  • Giovedì 16: Sostituti d’imposta – Redditi di lavoro dipendente e assimilati – Versamento addizionali regionale e comunale. Le addizionali regionale e comunale sui redditi di lavoro dipendente ed assimilati sono dovute al momento in cui vengono eseguite le operazioni di conguaglio, con possibilità di avvalersi al massimo di undici rate (il versamento è dovuto invece in unica soluzione allorché cessi il rapporto di lavoro).
  • Giovedì 16: Imposte dovute per l’assistenza fiscale prestata a dipendenti – Versamento da parte del datore di lavoro. Versamento della seconda rata, dell’Irpef dovuta a titolo di saldo 2020 e di primo acconto 2021, trattenuta dalle retribuzioni e dalle pensioni del mese di agosto ai lavoratori e pensionati che hanno richiesto l’assistenza fiscale (Mod.730).    Il    versamento è maggiorato degli interessi.
  •  Giovedì 16: Imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi – Versamento rateale da parte dei titolari di partita Iva. Imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi – Versamento rateale da parte dei titolari di partita Iva. Per i contribuenti titolari di partita Iva che abbiano scelto di versare le imposte risultanti dalla dichiarazione annuale dei redditi in rate mensili di uguale importo, oggi è la scadenza per il pagamento della relativa rata, che deve essere maggiorata a titolo di interesse (art. 20 del D.Lgs. 241/1997).
  • Giovedì 16: Iva – Versamento mensile. Ultimo giorno per eseguire il versamento, da parte dei contribuenti mensili, dell’Iva a debito, risultante dalla differenza fra l’imposta esigibile del mese precedente risultante dalle operazioni attive registrate o da registrare e l’imposta risultante dai documenti di acquisto registrati. Il versamento, se di importo superiore a euro 25,82, deve essere effettuato mediante il mod. F24; se l’ammontare del debito verso l’Erario non supera tale limite, il versamento si opera unitamente a quello del mese di dicembre.
  • Giovedì 16: Iva annuale – Versamento rateale. Per i contribuenti che abbiano scelto di versare l’Iva risultante dalla dichiarazione annuale in rate mensili di uguale importo, oggi è la scadenza per il pagamento della settima rata, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,50% mensile a decorrere dal 16 marzo.
  • Giovedì 16: IVA – Liquidazioni periodiche – Trasmissione. Scade il termine fissato per i soggetti passivi IVA per la trasmissione della comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’IVA, mensili o trimestrali, effettuate nel trimestre solare precedente.
  • Giovedì 16: Contributi Inps – Versamento mensile. Scade il termine per il versamento dei contributi INPS dovuti sulle retribuzioni dei dipendenti di competenza del mese precedente, da eseguirsi tramite Modello F24.
  • Giovedì 16: Inps – Contributo alla gestione separata. Entro questa data deve essere versato alla gestione separata dell’Inps il contributo sui compensi corrisposti nel mese precedente ai soggetti tenuti all’iscrizione nell’apposita gestione separata INPS, ai sensi della Legge 335/95.
  • Lunedì 20: Imposte, ritenute alla fonte ed Iva – Ravvedimento. Scade il trentesimo giorno utile per i contribuenti che intendono regolarizzare gli omessi o gli insufficienti versamenti di imposte o ritenute dovute entro il 20 agosto, con l’applicazione della sanzione amministrativa ridotta al 3%, oltre agli interessi dovuti (cosiddetto ravvedimento ex art. 13 del D.Lgs. 472/1997).
  • Lunedì 27: Iva intracomunitaria – Invio telematico elenchi Intrastat. Invio mediante servizio telematico dell’Agenzia delle Dogane, da parte dei contribuenti tenuti a tale adempimento con cadenza mensile dei modelli Intrastat, relativi agli acquisti ed alle cessioni intracomunitarie, nonché ai servizi resi o ricevuti aventi controparti soggetti passivi stabiliti in altro Stato membro dell’UE effettuati nel mese di agosto.
  • Giovedì 30: Bollo – Fatture elettroniche – Versamento. Scade il termine per il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel trimestre solare precedente. L’Agenzia delle entrate riporta, nell’area riservata del soggetto passivo IVA, presente sul sito, l’importo dell’imposta dovuta.
  • Giovedì 30: Iva – Autofatture e fatture integrative per le operazioni intracomunitarie. Se il contribuente non ha ricevuto dal cedente o dal prestatore, entro il mese di agosto, la fattura per le cessioni di beni o prestazioni di servizi intracomunitari effettuate nel corso del mese precedente, il cessionario o committente nazionale deve emettere autofattura    entro    oggi. Analogamente, se lo stesso soggetto ha ricevuto nel mese di agosto per le medesime operazioni una fattura che indichi un corrispettivo inferiore al reale, deve emettere un’apposita fattura integrativa (articolo 46, della legge 427/1993).
  • Giovedì 30: Riscossione – Cartelle di pagamento ed avvisi con termini di versamento sospesi fino al 31 agosto – Versamento. Scade il termine per il versamento, in unica soluzione, delle somme derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli avvisi esecutivi dell’Agenzia delle entrate e dall’INPS, per i quali sono stati sospesi i termini di versamento nel periodo dall’8 marzo 2020 al 31 agosto 2021. In alternativa al versamento in unica soluzione, è possibile, sempre entro la scadenza del 30 settembre, effettuare il pagamento di un numero di rate tale da evitare la decadenza dal beneficio   della   dilazione. Inoltre, per le cartelle di pagamento in scadenza nel periodo di sospensione, è possibile richiedere una rateizzazione.
  • Giovedì 30: Dati relativi alle spese mediche – Trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria. Per i soggetti tenuti all’invio dei dati relativi alle spese sanitarie (quali ASL, aziende ospedaliere, istituti di ricovero, policlinici universitari,    farmacie,     strutture accreditate, iscritti all’albo dei medici chirurghi e odontoiatri, gli iscritti agli albi professionali degli infermieri, psicologi, ostetrici, veterinari ecc.), scade il termine – così prorogato dal D.M. 23 luglio 2021 – per la comunicazione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese mediche sostenute nel primo   semestre 2021, al fine di renderli disponibili per la dichiarazione dei redditi Mod.730- precompilato.
  • Giovedì 30: Imposta di registro – Contratti di locazione. Termine per la registrazione, previo versamento dell’imposta, dei nuovi contratti di locazione degli immobili aventi decorrenza 1° settembre 2021 e termine per il versamento dell’imposta sui contratti del medesimo tipo e con la stessa decorrenza rinnovati tacitamente, relativamente ai quali non si sia optato per il regime di cedolare secca.
  • Giovedì 30: Imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi – Versamento rateale da parte dei non titolari di partita Iva. Per i contribuenti che non siano titolari di partita Iva ed abbiano scelto di versare le imposte risultanti dalla dichiarazione annuale dei redditi in rate mensili di uguale importo (da completarsi comunque entro il mese di novembre), l’ultimo giorno del mese rappresenta la scadenza per eseguire il pagamento, che deve essere maggiorato degli interessi (art. 20 del D.Lgs. 241/1997).
  • Giovedì 30: Ires ed Irap – Seconda rata di acconto per i soggetti Ires. Scade il termine entro cui le società e gli enti soggetti ad Ires con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare e per i quali settembre sia l’undicesimo mese del periodo stesso devono eseguire il versamento della seconda (o unica) rata di acconto dell’Ires e dell’Irap. Si utilizza a tale proposito il modello di pagamento unificato F24, con possibilità di compensare gli importi a debito con i crediti evidenziati in dichiarazioni e denunce già presentate.
  • Giovedì 30: Iva – Gruppo Iva – Presentazione   della dichiarazione per la costituzione del gruppo. Entro la data del 30 settembre, coloro che intendono avvalersi della particolare disciplina prevista per il gruppo Iva, devono presentare la dichiarazione per la relativa costituzione (Modello AGI/1), con effetto a partire dall’anno solare successivo.
  • Giovedì 30 settembre: scade il termine per le società operanti nel settore odontoiatrico che devono versare alla Quota B del Fondo di Previdenza Generale ENPAM il contributo dello 0,5% sul fatturato 2020. Entro lo stesso termine deve essere comunicato all’ENPAM il fatturato sul quale è calcolato il contributo stesso (tramite accesso ad area riservata sito ENPAM).