Tutte le scadenze fiscali di aprile

Tutte le scadenze fiscali di aprile
Condividi su:

Sono diverse le adempienze per i contribuenti nelle prossime settimane. A seguire le principali scadenze per i professionisti.

  • 10 aprile:
    Scade il versamento dei Contributi dei lavoratori domestici
  • 15 aprile:
    Si apre il primo appuntamento relativo alla verifica per l’imposta di bollo virtuale in fattura elettronica. Con Provvedimento prot. N.34958 del 4 Febbraio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha dettato nuove modalità tecniche per l’effettuazione delle integrazioni delle fatture inviate tramite SDI per le quali è dovuto l’assolvimento dell’imposta di bollo. L’Agenzia delle Entrate, in base ai dati in proprio possesso, provvederà, per ciascun trimestre, a mettere a disposizione degli operatori due elenchi con tutte le fatture elettroniche emesse ed inviate tramite SDI . Per le operazioni effettuate dal 1° gennaio 2021 i due elenchi saranno così distinti:
    · Elenco A, non modificabile, in cui saranno esposte le fatture che riportano l’indicazione dell’assolvimento dell’imposta di bollo.
    · Elenco B, modificabile, in cui verranno indicate le fatture che non riportano tale indicazione, per le quali l’imposta risulta dovuta.
    I due elenchi saranno resi disponibili nel Portale “ Fatture e Corrispettivi” entro il giorno 15 del mese successivo alla chiusura di ogni trimestre solare (15/04/2021 sul primo trimestre 2021).
    Grazie alla disponibilità dei dati contenuti negli elenchi, il contribuente potrà verificare la propria situazione e scegliere se accettare i dati proposti, procedendo poi al pagamento di quanto dovuto entro il 31/05/2021 (se l’importo dovuto fosse superiore a € 250 € ) o entro il 30/09/2021 (se l’importo fosse inferiore a € 250) oppure potrà selezionare le fatture per le quali ritiene i dati siano errati e potrà aggiungere eventualmente altre fatture elettroniche non individuate dall’Agenzia per le quali risulta dovuta l’imposta.
    I Contribuenti e gli intermediari avranno tempo per modificare gli Elenchi fino all’ultimo giorno del mese successivo alla chiusura del trimestre solare di riferimento.
  • 16 aprile:
    Scade il Versamento dei seguenti tributi da effettuarsi tramite Addebito Telematico di Delega F24:
    Debito IVA riferito alla mensilità di Marzo 2021 (per i Contribuenti con Liquidazione Iva mensile) codice tributo “6003”;
    -Contributi INPS dipendenti e trattenute IRPEF ed ADDIZIONALI IRPEF regionali e comunali riferiti alla mensilità di Marzo 2021;
    RITENUTE A TITOLO DI ACCONTO maturate su compensi erogati a lavoratori autonomi o occasionali e saldati nel mese di Marzo 2021, codice tributo “1040” con periodo competenza 03/2021.
    · Scade l’eventuale 2° Rata dei Contributi previdenziali sospesi per effetto del Decreto Ristori Bis relativi ai mesi di Novembre e Dicembre dello scorso anno. La sospensione per il mese di novembre 2020 è prevista dall’art. 13 quater del DL 137/2020, riservata solo a determinate categorie di soggetti tra le quali gli esercenti l’attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi fino a 50 milioni di euro e che hanno subito una diminuzione del fatturato di almeno il 33% nel mese di novembre dell’anno 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il versamento dei contributi sospesi era da effettuarsi in unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo senza applicazione di interessi e sanzioni (16/03-16/04-16/05-16/06).
    · Scade la 2° rata della rateizzazione del Saldo Iva 2020.
    · Scade la 4° rata di 24 rate della rateizzazione introdotta dall’ articolo 97 D.L. 104/2020 (c.d. Decreto agosto) che ha previsto un’ulteriore rateizzazione dei versamenti sospesi sino al 16 settembre 2020.

    Più precisamente, la disposizione citata aveva previsto che i versamenti di cui agli articoli 126 e 127 D.L. 34/2020 potevano essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi:
    -per un importo pari al 50 per cento delle somme oggetto di sospensione, in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020, o, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
    -per un importo pari al restante 50 per cento delle somme dovute, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.
  • 25 aprile:
    Scade la presentazione degli elenchi intrastat delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti Ue per gli operatori mensili.
  • 30 aprile:
    Scade il versamento del 2° Acconto IRPEF/IRES/IRAP 2020 .L’originaria scadenza del 30/11/2020 inizialmente prorogata per tutti i contribuenti al 10/12/2020, risulta prorogata al 30 aprile 2021 per i soggetti indicati all’art. 98, comma 1, del D.L. n. 104 del 2020 che rispettano i requisiti oggettivi e soggettivi previsti dal Provvedimento.
    · Scade la presentazione telematica della Dichiarazione Iva Annuale relativa all’esercizio 2020.
    · Scade la presentazione telematica dell’Esterometro relativo al 1° trimestre 2021 (operazioni transfrontaliere per coloro che emettono o ricevono fatture da e verso l’estero).
    · Scade la presentazione telematica della COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE (MOD. SSP). Ai sensi del comma 39 dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2006, n.296, la comunicazione deve essere presentata esclusivamente in via telematica.

    I soggetti obbligati trasmettono all’Agenzia delle entrate entro il 30 aprile di ciascun anno la comunicazione dei compensi complessivamente riscossi in nome e per conto di ciascun percipiente dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno precedente.