Fisco news - Tracciabilità: la norma in dettaglio

Fisco news - Tracciabilità: la norma in dettaglio

Dal 1°gennaio 2020, non essendo stata accordata alcuna proroga, non è più possibile utilizzare il contante per usufruire della detrazione del 19% delle spese odontoiatriche. Il paziente può pagare le prestazioni odontoiatriche in contanti fino ad euro 3.000,00 (che diventeranno 2.000,00 dal 1°luglio 2020 e 1.000,00 dal 1°gennaio 2021) ma non potrà usufruire della detrazione IRPEF del 19% nella sua dichiarazione fiscale (UNICO, mod.730, mod.730 precompilato)  

Le spese odontoiatriche (art. 15 Tuir) rientrano tra quelle per cui la legge di bilancio per il 2020 impone, per la detraibilità, la condizione che la spesa sia sostenuta con mezzi tracciabili. Ai sensi dell’articolo 1 comma 679 legge 160/2019 e del richiamato articolo 23 del Decreto Legislativo n. 241 del 9/07/1997, si ritengono tracciabili i pagamenti a mezzo: versamento bancario; versamento postale; carte di debito, carte di credito; carte prepagate; assegni bancari; assegni circolari o comunque altri sistemi di pagamento che ne garantiscano la tracciabilità.

Le disposizioni di cui al citato comma 679 non si applicano alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali, e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

È opportuno chiarire che seppur gli impianti dentali e le protesi possano essere qualificati in sé come “dispositivi medici”, l’oggetto della fattura dell’odontoiatra non è relativo ad operazione di “acquisto” (come fa espresso riferimento la normativa) ma è relativo a “prestazioni di servizi” conseguentemente l’uso del contante ne escluderà la detrazione per il paziente.

La detrazione spetta per gli oneri pagati dal contribuente e rimasti a suo carico.

Per assicurare l’identificazione del destinatario del pagamento, Il contribuente, in assenza di indicazioni specifiche da parte dell’Agenzia delle Entrate, dovrà conservare oltre che la fattura con l’indicazione “pagamento avvenuto con mezzi tracciati” anche la prova del pagamento.

Condividi su: