PARTE LA CAMPAGNA OBIETTIVO SORRISO

Milano, 30 novembre 2006 – Al via la campagna Obiettivo Sorriso di ANDI, Associazione Nazionale Dentisti Italiani, che raccoglie circa 20.000 iscritti e che è impegnata da 60 anni nella formazione degli specialisti.
Si tratta di un progetto che si svilupperà in due anni a partire dal 2007 e che vuole sensibilizzare sull’importanza della salute orale grazie ad azioni di prevenzione e informazione che impegneranno i dentisti in un dialogo continuo con pazienti e cittadini.

“Obiettivo Sorriso è una campagna ispirata a un semplice principio dalle conseguenze importanti: la salute della persona passa dalla salute della bocca. La salute orale e la qualità della vita, infatti, sono strettamente collegate. – commenta Roberto Callioni, Presidente Nazionale ANDI – Basti pensare alla difficoltà di alimentarsi in presenza di patologie orali e ai conseguenti disturbi psico-fisici come l’insonnia, oppure ai problemi sociali legati all’estetica del sorriso. Non solo. I disturbi infiammatori delle gengive possono provocare altre patologie poiché l’infiammazione può diffondersi a livello sistemico. Per esempio può colpire le arterie che, in presenza di eventi infiammatori, possono andare incontro a fenomeni di ostruzione. Secondo diversi studi, infatti, esiste una correlazione tra malattie dentali e parodontali e progressione dell’arteriosclerosi delle carotidi, un fattore di rischio per eventi vascolari cerebrali come l’ictus.”

Obiettivo Sorriso prevede un ruolo attivo dei dentisti ANDI anche in ambito di prevenzione oncologica, grazie al progetto Oral Cancer Day, la campagna dedicata alla diagnosi precoce del tumore del cavo orale coordinata dalla Fondazione ANDI Onlus. Questa neoplasia (che può interessare gengive, lingua e tessuti molli della bocca) è l’ottava forma tumorale più diffusa al mondo. I fattori di rischio fondamentali sono il fumo e l’abuso di bevande alcoliche e superalcoliche. In particolare, l’associazione di entrambi i fattori espone a un rischio di ammalarsi oltre 20 volte più alto rispetto a un non fumatore-bevitore. In Italia colpisce ogni anno 6.000 persone con un tasso di mortalità a 5 anni di oltre il 70%. E chi riesce a sopravvivere spesso deve sottoporsi a interventi estremamente invasivi e con scarse soluzioni protesiche disponibili, in particolare per la mancanza di centri specializzati.

“L’Oral Cancer Day prevede che i dentisti volontari iscritti ANDI effettuino visite di controllo gratuite per la diagnosi di queste neoplasie. I dati dello screening verranno poi raccolti e pubblicati in uno studio. – spiega Marco Landi, Presidente Fondazione ANDI Onlus – La diagnosi precoce è fondamentale: identificare il tumore in fase iniziale garantisce infatti uno standard di sopravvivenza dell’80%, consentendo interventi meno invasivi. È facilmente eseguibile, poiché è sufficiente un’ispezione di 5 minuti della mucosa orale durante la quale si valuta se c’è la presenza o meno di lesioni e, nel caso di lesioni sospette, si può consigliare al paziente di rivolgersi a centri di riferimento per indagini più approfondite, che possono essere sia dipartimenti delle ASL territoriali dedicate alle patologie orali piuttosto che reparti di cliniche universitarie.”

Per realizzare questo progetto, ANDI ha organizzato una giornata di studio, che si terrà il 3 marzo 2007 durante il secondo Convegno del Volontariato e Cooperazione Odontoiatrica promosso dalla Fondazione ANDI a San Patrignano. In questa occasione si svolgerà anche un progetto parallelo di screening rivolto ai 1600 ospiti della Comunità di San Patrignano, mediante l’effettuazione di test della saliva per la ricerca del Papilloma Virus, un indice importante per l’eventuale trasformazione di lesioni pre-cancerose in cellule cancerose. Il test salivare utilizzato a San Patrignano potrà essere forse proposto in futuro anche negli studi dentistici ANDI a tutti i pazienti a rischio.

Obiettivo Sorriso prevede anche la realizzazione di diverse attività educative miranti a favorire l’accesso alle cure dentali. “Tra le attività previste per il 2007, – spiega Gerardo Ghetti, Presidente ANDI Servizi – basti ricordare il riallestimento delle sale d’attesa di 20.000 studi dentistici ANDI con video e riviste create ad hoc per i pazienti, la definizione di accordi con banche e assicurazioni a favore del paziente, attività di educazione dentale per il pubblico generale, come spettacoli teatrali itineranti e l’attivazione nel 2007 di un sito internet www.obiettivosorriso.it

I pazienti interessati ad avere informazioni riguardo ai professionisti associati ANDI possono scrivere direttamente alla sede ANDI Nazionale all’indirizzo e-mail info@andinazionale.it oppure consultare il sito www.andi.it, nella sezione “Trova dentisti” dedicata alla ricerca del professionista nelle zone geografiche d’Italia.

Roma 30 novembre 2006

Condividi su: