Presidente ANDI Calabria: siamo pronti a ritrovare la normalità. I nostri pazienti sanno di potersi fidare

Presidente ANDI Calabria: siamo pronti a ritrovare la normalità. I nostri pazienti sanno di potersi fidare

“ANDI Calabria raccoglie quasi 500 dentisti sull’intero territorio – sottolinea Maria Vittoria Del Console, Presidente ANDI Calabria – e tutti, ma proprio tutti, non hanno mai abbandonato i propri pazienti in questo periodo difficilissimo, curando i casi urgenti e monitorando a distanza quelli più facilmente gestibili”.

L’ordinanza del 24 aprile a firma del Presidente Iole Santelli sulle disposizioni relative alla specialistica ambulatoriale aveva innescato non poche polemiche subito sedate dalla Federazione Regionale Albi Odontoiatri: “Si è compreso il fraintendimento – commenta la Presidente – relativo alla riapertura degli ambulatori pubblici o privati accreditati. La maggior parte degli odontoiatri iscritti all’ANDI opera in privato e pertanto non ha mai chiuso”.

Quali i primi passi per vivere in sicurezza la riapertura a pieno regime?

“Seguo quotidianamente l’attività del nostro Presidente nazionale Carlo Ghirlanda: i documenti che saranno prodotti dal tavolo ministeriale d’intesa anche con ANDI, saranno le nostre nuove linee guida per comprendere concretamente i percorsi di sicurezza da adeguare nella dinamica paziente/operatore”.

Cosa ci si aspetta operativamente con il ritorno alla completa operatività?

“Per ora conta mettere in sicurezza tutti e provare a tornare alla routine quotidiana fatta di ambulatorio, visite, chirurgia e rapporto diretto con i pazienti.”

Conoscendo i vostri pazienti, temete ci sia comunque un’iniziale ritrosia a varcare la soglia dei vostri studi?

“Abbiamo pazienti consapevoli dell’importanza della cura e della prevenzione. Per due mesi – urgenze a parte – tutti si sono privati anche di una periodica cura odontoiatrica. Documentando i nostri sforzi in termini di prevenzione da rischio contagio, sono convinta che torneranno a squillare i telefoni per gli appuntamenti da subito. La mia preoccupazione, invece, è un’altra…”

Quale?

“Dare al più presto un messaggio di serenità visiva ai nostri pazienti più piccoli: all’ingresso nei nostri ambulatori ci vedranno vestiti come Ghostbusters. Sarà compito nostro e dei genitori comunicare loro che sotto questa nuova veste c’è sempre il loro amico dentista pronto a ridonare loro la salute ed il sorriso come prima”.

Redazione ANDInews

Condividi su: