Quasi conclusa la vaccinazione degli odontoiatri in Veneto

Quasi conclusa la vaccinazione degli odontoiatri in Veneto
Condividi su:

Continua in modo deciso la campagna vaccinale per gli odontoiatri in Veneto, con alcune province giunte alla fase finale, ma non per il personale ASO. Evidenzia il Dott. Giuliano Tonon, Presidente ANDI Belluno: “La somministrazione di vaccini agli odontoiatri nella provincia di Belluno è avvenuta quasi totalmente nelle giornate di domenica 17 gennaio (prima dose) e domenica 7 febbraio (seconda dose). Per il personale di studio le due date individuate da parte dell’ULSS 1 sono state venerdì 12 febbraio e venerdì 5 marzo. Come ANDI abbiamo interpellato l’ufficio Prevenzione della stessa ULSS 1, per conoscere eventuali decisioni in merito alla somministrazione del vaccino agli odontotecnici, pur nella consapevolezza del profilo e del ruolo particolare dell’odontotecnico, del tipo di rapporto che tiene con i nostri studi, assolutamente diverso da quello del personale dipendente, ma pur sempre coinvolto nel nostro ciclo di preparazione di manufatti protesici”.

Nella provincia di Verona le vaccinazioni agli odontoiatri sono, di fatto, terminate, ma sono ferme quelle per il personale ASO, come ricorda il Dott. Mauro Carteri, ANDI Verona: “Nella nostra provincia la vaccinazione degli odontoiatri libero professionisti è praticamente completata, eccetto che per qualcuno che è rimasto fuori per motivi burocratici, ma stiamo inviando questi nominativi alla CAO. Per quanto concerne le assistenti, invece, la campagna di vaccinazione è praticamente ferma e, dalle informazioni che ho, stanno allestendo il portale con cui procedere alle iscrizioni. Il problema è legato, quindi, a difficoltà organizzative che, forse, mascherano in realtà la mancanza di dosi. Come categoria e come ANDI ci siamo resi disponibili per concordare con la Regione qualsiasi tipo di intervento volontario nel campo dei vaccini e chiederemo ai soci la disponibilità volontaria per prestare servizio come vaccinatori, ma non credo che metteremo a disposizione gli studi, anche perché al momento non mancano gli spazi, ma mancano forse vaccini e personale”.

Nella provincia di Padova, accolta in maniera positiva la proposta di coinvolgere gli odontoiatri come vaccinatori volontari, come evidenzia il Dott. Vittorio Rizzo, Presidente ANDI Padova: “Allo stato attuale la campagna vaccinale è in fase avanzata, sia per gli odontoiatri sia per assistenti. Per quanto concerne l’iniziativa che ci vede coinvolti come vaccinatori volontari già da lunedì 15 marzo faremo una raccolta di adesione per gli associati a livello provinciale e ci coordineremo con CAO ed Asl per indicare questi nominativi, ma, nello specifico, chiederemo come ciò avverrà in termini pratici. Ricordo che come ANDI non ci siamo mai tirati indietro in tutta la fase della pandemia, come ad esempio durante il lockdown in cui abbiamo prestato servizio per le emergenze e saremo disponibili anche in questa fase, prestando servizio come vaccinatori volontari. Io vedrei bene una nostra azione di supporto presso il polo logistico della Fiera di Padova, ma sicuramente bisogna capire come verrà strutturata questa iniziativa”.