Turismo dentale: un "business" drammatico

Turismo dentale: un "business" drammatico

“Drammatico” viene definito il commercio fatto sulla pelle di chi, per curarsi la bocca, si reca in Albania o in altri paesi dell’Est, fuori dalle rigide norme di sicurezza e controllo che contraddistinguono quelle della Comunità Europea e dell’Italia, in particolare. A rimarcarlo sono professionisti e pazienti intervenuti nel corso della puntata di Fuori dal Coro, su Rete4, del 6 dicembre 2023.

La denuncia è partita dall’intervista del Presidente nazionale ANDI, Carlo Ghirlanda, rilasciata al quotidiano La Stampa e ripresa da Mi manda Rai3 (Vedi QUI), il cui clamore ha creato un movimento mediatico imponente. Dopo il lancio del TG5 e di Mattina Cinque, Mediaset ha approfondito ulteriormente l’argomento nella rubrica condotta da Mario Giordano, mettendo in luce i molti rischi ai quali i pazienti vengono esposti quando intraprendono questi “viaggi della speranza”, speranza che nella maggioranza dei casi viene delusa pesantemente, con conseguenze spesso disastrose per la salute orale.

Insieme a Ghirlanda, lo confermano in trasmissione gli stessi pazienti, reduci da esperienze che a buon titolo possono essere definite, appunto, “drammatiche”.